Contenuto sponsorizzato

L’addio al medico Giovanni Camagna, il ricordo del sindaco: “Molto amato per la dedizione la professionalità”

Giovanni Camagna è stato per oltre 40 anni medico condotto in Val di Non, l’ultimo saluto del sindaco: “Piano piano sei riuscito ad acquistare un terreno e costruire la vostra casa e relativo ambulatorio dove hai continuato instancabile il tuo operato per la nostra comunità”

Pubblicato il - 05 August 2021 - 13:01

SANZENO. Si sono tenuti nella Basilica dei Santi Martiri a Sanzeno i funerali del dottor Giovanni Camagna, che per oltre 40 anni è stato il medico condotto a Casez, Sanzeno e Banco, in Val di Non.

 

Commosso il ricordo del sindaco di Sanzeno Martin Slaifer Ziller in occasione della cerimonia funebre: “Caro Giovanni, sei arrivato in mezzo a noi nel lontano 1968, insieme alla tua cara moglie Bruna. Piano piano sei riuscito ad acquistare un terreno e costruire la vostra casa e relativo ambulatorio dove hai continuato instancabile il tuo operato per la nostra comunità”.

 

Nato a Genova ma cresciuto in Piemonte, Camagna si era laureato in medicina a Milano e poi aveva conseguito a Pavia la specializzazione in endocrinologia. In ospedale aveva conosciuto sua moglie, la bolzanina Bruna Groff, e poco dopo le nozze era arrivato, quasi per caso, in valle di Non dove è rimasto per tutta la vita.

 

Molto amato per la dedizione e la professionalità con cui ha prestato servizio e la grande disponibilità verso la cittadinanza, Camagna, malato da tempo, si era spento all’età di 79 anni nel novembre 2020 a causa Covid ma per ragioni legate alla pandemia solo ora si è potuto celebrare il funerale.

 

“Ricordo – prosegue il primo cittadino – le lunghe passeggiate con i tuoi inseparabili cani sul nostro territorio ma soprattutto sulle tue amate montagne, passione trasmessa a Edoardo. Del Brenta conoscevi ogni pietra, tutti i sentieri e le peculiarità. Da subito hai legato con tutta la comunità, in particolar modo con i vigili del fuoco, per i quali nutrivi particolare ammirazione. I nostri vigili mi hanno raccontato che non ti sei mai perso una ricorrenza della loro patrona”.

 

Il sindaco ne ricorda dedizione, professionalità e la costante presenza, giorno e notte, sempre disponibile. Un medico eccellente, preparato in tutti i campi, conosciuto oltre i confini regionali e nazionali come un professionista brillante e molto preparato.

 

“Nonostante questa tua grande preparazione professionale – conclude Martin Slaifer Ziller – riuscivi a mettere tutti a proprio agio indipendentemente dall’età e dalle patologie di chi avevi di fronte. Dopo il pensionamento sei voluto andare ad Amblar, ancor più vicino alle montagne, ma tutti quanti noi non abbiamo mai smesso di apprezzare quanto hai fatto per il nostro territorio. Sei stato un punto di riferimento importante che la comunità di Sanzeno non dimenticherà mai. A nome della comunità di Sanzeno, sincera stima e riconoscenza”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 settembre - 06:01
Il rifugio Filzi sul Finonchio ha chiuso la scorsa settimana la stagione estiva ed ora proseguirà, tempo permettendo, le aperture nei weekend. I [...]
Cronaca
28 settembre - 08:14
Misure meno stringenti sia per il mondo della cultura che in quello dello sport. Fondamentale rimane avere il Green pass e massima attenzione anche [...]
Cronaca
28 settembre - 08:28
L'epicentro è nella provincia di Treviso e il sisma è stato avvertito anche nei territori vicini. Le prime due scosse sono state avvertiti [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato