Contenuto sponsorizzato

Maltempo, sul Trentino scatta l’allerta gialla: “Massima attenzione alle condizioni dei luoghi da percorre”

Temporali in arrivo sul Trentino, la protezione civile dirama l’allerta gialla non si escludono smottamenti ed esondazioni: “Tali criticità potrebbero causare disagi e interruzioni sulla viabilità, sulle reti dei trasporti e sulle reti aeree di comunicazione e di distribuzione di servizi”

Di T.G. - 10 May 2021 - 15:27

TRENTO. Nelle prossime ore le condizioni meteorologiche potrebbero peggiorare sensibilmente e il beltempo dovrebbe lasciar spazio a temporali estesi a tutto il territorio provinciale. Proprio per questo la protezione civile ha diramato un’allerta gialla sul territorio provinciale che scatterà dalle 13 di domani, martedì 11 maggio, fino alle 8 del giorno seguente.

 

Le piogge, provenienti dalla zona atlantica, interesseranno l’intero arco alpino già dalla serata di oggi. Tra martedì notte e mercoledì notte precipitazioni diffuse e persistenti, anche a carattere di forte rovescio o temporale, interesseranno proprio il territorio trentino. La fase più intensa è attesa nelle ore del mattino e del primo pomeriggio di martedì sui settori occidentali, alcune ore più tardi sui settori orientali. Le cumulate previste si aggireranno attorno ai 40-80 millimetri con punte localmente superiori ai 100 millimetri.

 

Il limite delle nevicate sarà inizialmente di 2200-2400 metri, in calo specie a ovest dal pomeriggio di martedì fino a 1800-2000 metri. Mercoledì sono attese precipitazioni residue di intensità al più moderata, anche a carattere di rovescio o breve temporale, in un contesto generale di instabilità.

 

A seguito delle previsioni meteo e in base alle valutazioni emerse dal Dipartimento, si ritengono possibili, a partire da martedì 11 maggio 2021 criticità dovute principalmente a: erosioni e smottamenti nel reticolo idrografico, ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale, allagamenti, esondazioni, frane e colate rapide. Secondo la protezione civile tali criticità possono inoltre causare disagi ed effetti (anche interruzioni) sulla viabilità, sulle reti dei trasporti e sulle reti aeree di comunicazione e di distribuzione di servizi.

 

Per questo le autorità raccomandano alla popolazione la necessità di porre massima attenzione alle condizioni dei luoghi da percorre, anche con automezzi, evitando di immettersi in aree che presentino condizioni anomale o di pericolo, l’avvicinarsi ai corsi d’acqua, a zone depresse (conche e sottopassi), alle rampe e ai versanti che possono subire smottamenti nonché di sostare nei pressi di alberi, impalcature, cartellonistica, segnaletica, pali e presso edifici con coperture instabili e i cornicioni degli edifici. Inoltre, l’invito è quello di comunicare tempestivamente al numero unico 112 eventuali situazioni di emergenza.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 25 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
26 maggio - 06:01
Numeri che preoccupano le autorità sanitarie perché la protezione è destinata a calare con il trascorrere dei mesi. Il rischio è quello di una [...]
Cronaca
25 maggio - 21:00
Sono allarmanti i risultati emersi dal primo rapporto sulle violenze subite sul posto di lavoro dagli infermieri in Italia: nell'ultimo anno il [...]
Cronaca
25 maggio - 20:38
All'incontro organizzato da Confcommercio Trentino si è parlato di turismo sostenibile, mantenendo il focus sull'accessibilità delle destinazioni [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato