Contenuto sponsorizzato

Nella discesa si frattura una gamba ma c'è una bufera e l'elisoccorso non può recuperarlo. La barella viene fatta scivolare sulla neve

Erano le 10 di mattina quando, appena cominciata una discesa sotto Cima Larici, uno scialpinista è caduto e si è fratturato una gamba. Impossibile recuperarlo con l'elicottero, a causa di una bufera, il 46enne è stato portato a valle con una barella fatta scivolare sulla neve

Pubblicato il - 23 January 2021 - 18:43

ASIAGO. Uno scialpinista infortunatosi sotto Cima Larici è stato recuperato dagli uomini del Soccorso alpino di Asiago. Erano le 10 circa di sabato 23 gennaio quando il 46enne, originario di Schio, si è schiantato al suolo, procurandosi una frattura ad una gamba. Appena cominciata la discesa assieme a due amici, che hanno chiamato i soccorsi, l'uomo ha perso l'equilibrio ed è caduto.

 

Tre soccorritori che si trovavano casualmente nelle vicinanze sono subito partiti per raggiungere il luogo dell'incidente, seguiti da un'altra squadra. Per la presenza di mezzo metro di neve fresca, che avrebbe impedito l'avvicinamento con le motoslitte, i soccorritori sono quindi dovuti salire con le pelli di foca, portando con sé la barella.

 



 

In una quarantina di minuti sono giunti dall'infortunato, senza poter essere supportati dall'elisoccorso. L'elicottero, infatti, aveva preso il volo da Trento, ma a causa della bufera, vista la visibilità ridotta, ha dovuto rinunciare a raggiungere il luogo dell'incidente. Prestate le prime cure al 46enne, i soccorritori lo hanno immobilizzato sulla barella e tenendola assicurata a loro, in 5 sono scesi lasciandola scivolare lungo i tratti diagonali, giù fino al Rifugio Larici.

 

Qui, attorno alle 14, il ferito è stato affidato all'ambulanza partita in direzione dell'ospedale di Asiago.

 



Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 March - 19:50

E' emerso un focolaio allo studentato, 8 ragazzi a San Bartolameo sono risultati positivi e sono in corso in particolare le verifiche su un’altra quarantina di persone. Non si esclude che la diffusione di Covid sia riconducibile a una variante

05 March - 18:56

Ha frequentato una scuola di moda e dopo un periodo di gavetta, la 25enne è rimasta senza occupazione a causa della crisi innescata dall'emergenza Covid-19 ma non si è persa d'animo. Cecilia Bianchi: "Lavoravo in un negozio di tendaggi ma vista la situazione difficile mi sono ritrovata a casa. A quel punto ho iniziato a riflettere sul mio futuro con maggiore forza e ho deciso di rimettermi in gioco con energia con una mia attività"

05 March - 17:58

Il presidente della Provincia conferma che a livello di classificazione non cambia nulla rispetto alla passata settimana nonostante l'Rt sia in crescita e l'incidenza sia tra le più alte d'Italia e sia la terza peggiore per occupazione delle terapie intensive

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato