Contenuto sponsorizzato

Nube di fumo Suanfarma: “Nessun pericolo per la salute delle persone”. All’origine un blackout causato da un cavo dell’alta tensione che si è sganciato provocando un piccolo incendio

In mattinata a Rovereto (e le sue frazioni) e nei comuni limitrofi si è registrato un blackout che ha lasciato senza energia elettrica persone e aziende.  All’origine un cavo dell’alta tensione che si è staccato da un traliccio nella zona di Serravalle provocando anche un piccolo incendio che è stato domato dai vigili del fuoco

Di Tiziano Grottolo - 08 April 2021 - 13:24

ROVERETO. Questa mattina, 8 aprile, intorno alle 9e30 nella città di Rovereto (e le sue frazioni) e nei comuni limitrofi come: Mori, Vallarsa, Terragnolo e Folgaria si è registrato un blackout che ha lasciato senza energia elettrica molte persone e aziende. Come ricostruisce il comune di Rovereto, si è trattato di un cavo dell’alta tensione che si è staccato da un traliccio nella zona di Serravalle. Un problema dunque che ha riguardato la compagnia Terna-Rete Elettrica Nazionale.

 

Il guasto ha interessato quindi la centralina che serve l’area di Rovereto sud. In prima battuta sono intervenuti i tecnici della Set Distribuzione, la società che gestisce la rete elettrica in zona, che hanno realizzato una deviazione ripristinando la corrente. Nel frattempo i vigili del fuoco di Avio e Ala sono dovuti intervenire a Serravalle perché il distacco del cavo dell’alta tensione aveva provocato un piccolo incendio che è stato prontamente domato dalle squadre entrate in azione.

 

Fra i motivi di allarme c’era stata anche una fuoriuscita di fumo dall’ex stabilimento Sandoz (oggi Suanfarma) tra viale Verona e viale del Lavoro. La stessa azienda ha confermato la notizia: “Oggi a causa di un guasto sulla rete dell’alta tensione che alimenta la città di Rovereto e tutta la zona industriale si è verificata un’interruzione della fornitura di energia elettrica, che ha visto coinvolto anche il nostro stabilimento”.

 

Come previsto dalle procedure di sicurezza sono entrati in funzione i gruppi elettrogeni, su uno di questi però, precisa Suanfarma “a causa di un surriscaldamento del camino di uscita, c’è stata una forte fuoriuscita di fumi. In via precauzionale è stato dato l’allarme generale di stabilimento. I nostri tecnici presenti sul posto hanno attivato prontamente le procedure di sicurezza, disattivando immediatamente il gruppo elettrogeno e circoscrivendo l’evento, evitando in questo modo danni alla salute, all’ambiente e alla comunità circostante”.

 

In via precauzionale sono sopraggiunti anche i vigili del fuoco che si trovavano in zona per gestire alcune emergenze dovute a persone rimaste bloccate in ascensore in altri edifici. Verificata la situazione e l’assenza di pericolo hanno lasciato lo stabilimento pochi minuti dopo e in contemporanea è stata segnalata la fine dell’emergenza. “In seguito al ripristino della fornitura di energia elettrica si sono riavviate le normali attività – conclude Suanfarma – tutti i nostri sistemi di sicurezza hanno funzionato in maniera adeguata e il personale coinvolto nell’evento ha agito in maniera tempestiva e professionale”. Da parte sua anche il Comune ribadisce che la situazione è sotto controllo “non si segnalano particolari problemi”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 26 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ricerca e università
27 maggio - 20:30
Dai risultati della ricerca presentata a Innsbruck emerge un chiaro divario tra Nord e Sud dell'Euregio per lo stress fisico, mentre è [...]
Politica
27 maggio - 20:54
Fratelli d'Italia ha voluto lanciare anche in Trentino la staffetta informativa, "Onda Tricolore contro le mafie", promossa dai Dipartimenti [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato