Contenuto sponsorizzato

Pulcini di specie selvatiche stipati senza cibo e acqua in macchina (40 già morti). Denunciato 55enne di Perugia e multato

Il valore stimato dei pulcini, sul mercato nero dei richiami vivi, avrebbe potuto superare i 20 mila euro. L'uomo è stato fermato domenica da una pattuglia della polizia stradale di Verona sull'A4 in direzione Milano

Pubblicato il - 23 June 2021 - 17:18

VERONA. Trasportava oltre 500 pulcini di varie specie selvatiche, stipati in 22 cassette, posizionati sui sedili posteriori del veicolo e nel bagagliaio tutti in evidente stato di sofferenza. Il medico veterinario dell'Ulss, intervenuto sul posto  chiamato dalle forze dell'ordine, ha constato le gravi condizioni in cui versavano e il maltrattamento dovuto al mancato accudimento, risultato fatale per circa 40 esemplari. E' stato denunciato per ricettazione, uccisione e maltrattamento di animali il 55 di Perugia fermato domenica da una pattuglia della polizia stradale di Verona sull'A4 in direzione Milano.

 

 La stradale l'ha poi multato per quasi 10 mila euro per violazione delle norme sul trasporto di animali vivi: trasporto non autorizzato con veicolo privo delle attrezzature idonee, animali stipati oltre il consentito, conducente non autorizzato al trasporto e mancanza degli specifici contrassegni sul veicolo.

 

Al controllo effettuato nell'abitacolo sono stati trovati 540 pulcini, come detto una quarantina dei quali morti. Il valore stimato dei pulcini, sul mercato nero dei richiami vivi, avrebbe potuto superare i 20 mila euro. La pattuglia ha perciò immediatamente allertato la polizia provinciale. La comandante Anna Maggio e un istruttore esperto in piccola avifauna hanno così potuto accertare la presenza dei pulli, per lo più tordi bottacci, cesene e tortore, che le forze dell'ordine ipotizzano fossero stati trafugati dai nidi per essere venduti. Gli animali, nati da non più di otto giorni e non ancora svezzati, presentavano il caratteristico piumaggio rosa degli esemplari giovanissimi.

 

Compresa la gravità della situazione è stato dato il via a un primo soccorso ai pulcini, incapaci di alimentarsi in modo autonomo e bisognosi di accudimento continuo, ad opera dei volontari dell’Enpa, allertati dalla polizia stradale. Gli operatori hanno dato ai piccolini acqua e cibo. Il medico del servizio veterinario dell’Ulss, intervenuto sul posto, ha constatato poi le condizioni di malessere e maltrattamento dovute al mancato accudimento, risultate fatali per circa 40 esemplari.

 

I pulcini sono stati affidati in custodia giudiziale al centro di recupero della fauna selvatica “Il pettirosso” di Modena, struttura in grado di prendere in carico i 500 pulli bisognosi di cure costanti. Gli animali sono risultati tutti privi degli anelli di identificazione obbligatori e previsti dalle norme in materia di protezione della fauna.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 2 agosto 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
04 agosto - 10:37
Prosegue senza sosta il lavoro del contingente trentino tra riunioni di coordinamento, attività di prevenzione e pattugliamento [...]
Cronaca
04 agosto - 10:15
Jerry è scappato di casa lo scorso venerdì 30 luglio. E' tutto verde con un ciuffetto giallo sulla fronte
Ambiente
04 agosto - 09:49
Alcuni attivisti “No-A31” hanno consegnato a nome della comunità di Terragnolo materiali informativi contro la grande opera [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato