Contenuto sponsorizzato

Ricercato negli Stati Uniti per una truffa da 450mila dollari ai danni di alcune parrocchie, 28enne catturato a Verona

Sul 28enne, da tempo residente a Verona, pendeva un mandato d’arresto internazionale: secondo le accuse, avrebbe organizzato una serie di truffe da 450mila dollari ai danni di alcune parrocchie statunitensi. Con l’estradizione il giovane rischia fino a 30 anni di carcere

Di T.G. - 20 gennaio 2021 - 16:40

VERONA. Negli Stati Uniti era ricercato per una una serie di truffe ai danni di alcune parrocchie dalla California eppure da un po’ di tempo era residente del Comune di Verona. È stato durante un controllo di routine che i carabinieri hanno capito di trovarsi di fronte a un ricercato sul quale pendeva un mandato di cattura internazionale.

 

Secondo l’accusa il giovane, un 28enne di origine rumena, avrebbe organizzato una serie di truffe ai danni delle parrocchie californiane alle quali avrebbe sottratto ben 450mila dollari. Così la Corte del distretto nord della California ha emesso un mandato di cattura che è stato portato a termine dai militari di Verona.

 

Terminati tutti gli accertamenti sull’identità, l’arrestato è stato tradotto al carcere di Verona Montorio da dove, terminata la procedura di estradizione, verrà trasferito negli Stati Uniti dove rischia una pena massima fino a 30 anni.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

08 marzo - 15:10

Il giovane, alla presenza dei suoi avvocati, ha ammesso le sue responsabilità in merito al decesso dei genitori Peter Neumair e Laura Perselli.  La vicenda è iniziata il 4 gennaio scorso 

08 marzo - 13:59

A limitare la possibilità di autodeterminarsi e il concetto stesso di libertà, esistono anche realtà come le associazioni pro life e contesti universitari come il Campus bio-medico di Roma, un policlinico privato e cattolico ma accreditato con il Servizio sanitario nazionale. Negli scorsi mesi, per esempio, le strade di Trento sono state percorse da camion vela che promuovevano la nuova campagna di Pro Vita & Famiglia e alcuni muri della città accolgono ancora manifesti antiabortisti

08 marzo - 12:27

L'analisi successiva dei fatti da parte delle forze dell'ordine ha lasciato emergere la brutale ipotesi, che tutto ciò sia stato determinato da un respingimento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato