Contenuto sponsorizzato

Rischio colate di fango sull'abitato: in fase di conclusione i lavori a Borgata Giau (FOTO) con interventi da quasi 500mila euro

Sono in fase di conclusione gli ultimi lavori di mitigazione del rischio idrogeologico a Borgata Giau (Valle di Cadore) dopo che nel dicembre del 2020 una frana liquida di terra e acqua si era riversata sulle case e sulla strada comunale. Tre in totale gli interventi della Provincia di Belluno nella zona, con un investimento complessivo di quasi 500mila euro

Di F.S. - 09 October 2021 - 15:39

VALLE DI CADORE (BELLUNO). Erano i primi giorni di dicembre del 2020 quando, dopo piogge abbondanti, sulle case e sulla strada comunale di Borgata Giau (nel territorio di Valle di Cadore) si è riversata una frana liquida di terra e acqua: sono in fase di conclusione i lavori di mitigazione del rischio messi in campo dalla Provincia di Belluno.


In totale l'investimento è stato di quasi 500mila euro, articolato in tre diversi interventi messi in campo dalla Provincia per ridurre il più possibile il rischio di colate di fango provenienti dal versante a monte dell'abitato. “Il problema è originato da un impluvio naturale, che non ha dato problemi fino allo scorso dicembre. Poi a causa di alcuni movimenti a monte, si è creata la prima colata di fango - spiega il consigliere provinciale delegato alla difesa del suolo, Massimo Bortoluzzi -. Siamo intervenuti subito con una prima somma urgenza, a cui ne sono seguite altre due, per il ripresentarsi del problema in primavera”.


In totale la Provincia è intervenuta tre volte sul versante di Borgata Giau, per lo sgombero del materiale e la pulizia dell'area di accumulo, per la risagomatura del versante e la realizzazione di importanti opere per la mitigazione del rischio. In particolare è stato creato un drenaggio delle acque, con moderazione di un tratto di canale, per impedire che le piogge trascinino a valle materiale e terra e sono stati costruiti nuovi argini e terre rinforzate per stabilizzare il pendio.


Nei giorni scorsi il presidente della Provincia e due consiglieri sono stati in sopralluogo sul cantiere, in via di conclusione. “Siamo ai dettagli finali: i lavori saranno conclusi entro fine mese - continua il consigliere delegato Bortoluzzi -. L’investimento è stato importante, ma indispensabile per il Comune di Valle di Cadore e i suoi abitanti. Come sempre, la Provincia interviene anche nelle aree più periferiche, dove i problemi di natura idrogeologica incidono maggiormente sullo spopolamento della montagna”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 21 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
21 maggio - 20:40
La 65enne è stata trovata nell'acqua da alcuni passanti, immediato l'allarme e l'avvio della manovre salvavita ma purtroppo per Liviana Ierta [...]
Cronaca
21 maggio - 21:28
Le fiamme partite da un quadro elettrico. Decine e decine i vigili del fuoco intervenuti per evitare che l'incendio potesse interessare altre parti [...]
Cronaca
21 maggio - 16:43
Erano circa 200 gli operatori di Dolomiti Ambiente impegnati in questi giorni nelle operazioni di pulizia per il post-concerto di Vasco Rossi, il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato