Contenuto sponsorizzato

Sul tetto del camper a tutta velocità sull'Autostrada (IL VIDEO) e ai noleggiatori arrivano centinaia di messaggi: ''Ogni responsabilità ricade sul cliente''

Il video ha avuto un eco enorme sui social con centinaia di migliaia di visualizzazioni e così ecco che in pochi minuti si è attivato il tam-tam della rete e all'agenzia di Christoph (questo il proprietario che abbiamo contattato per avere la sua posizione) sono arrivate decine di mail, messaggi, telefonate, per chiedere a loro di fare qualcosa oltre che di insulti e di avvertimento

Di L. P. - 02 August 2021 - 16:19

BRESSANONE. ''Mi hanno contatto centinaia di persone soprattutto su Messenger e a tutti ho spiegato che, chiaramente, in casi come questo la responsabilità è tutta del guidatore e di chi ha noleggiato il mezzo. Noi stipuliamo contratti appositi dove si specifica che non debbono essere aperte le finestre durate le guida e clausole simili. Ci siamo confrontati con i noleggiatori e in caso di sanzioni, ovviamente, saranno loro a risponderne''. Questo il proprietario dell'agenzia di noleggio camper di Bressanone che, senza volerlo, si è ritrovata al centro della discussione sul web dopo che è stato pubblicato un video ripreso sull'A22 di un camper con una ragazza seduta praticamente sul tetto di uno dei loro mezzi (con tutto il busto fuori dalla finestra che dà verso l'alto) mentre il mezzo viaggia spedito sull'Autostrada con pericoli enormi sia per la giovane che per quanti seguivano il camper.

 

 

 

 

Il video ha avuto una eco enorme sui social con centinaia di migliaia di visualizzazioni e così ecco che in pochi minuti si è attivato il tam-tam della rete e all'agenzia di Christoph (questo il proprietario che abbiamo contattato per avere la sua posizione) sono arrivate decine di mail, messaggi, telefonate, per avvertirli dell'accaduto, chiedere a loro di fare qualcosa oltre che, come purtroppo accade, anche di insulti. Sul video, infatti, si vede chiaramente il nome dell'agenzia di noleggio e così il popolo del web ha pensato bene di taggare e scrivere direttamente a loro.

 

''Quando la famiglia ci ha riportato il mezzo gli abbiamo mostrato subito il video che ha viaggiato più velocemente di loro - racconta Christoph - e il padre della famiglia ci ha spiegato che lui stesso non si era accorto di quello che stava facendo la giovane alle sue spalle. Si è preso tutte le responsabilità e ha spiegato che in caso di multa è prontissimo a pagare lui e si è scusato molto per l'accaduto. Per fortuna non è successo niente di grave ma la legge è chiara al riguardo ed è per questo che nei contratti di locazione è previsto che non si possano aprire le finestre o le porte in viaggio. Noi cerchiamo di tutelarci da eventuali condotte scorrette di guida ma poi non possiamo agire per impedirle nel momento che accadono''. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 settembre - 06:01
Il rifugio Filzi sul Finonchio ha chiuso la scorsa settimana la stagione estiva ed ora proseguirà, tempo permettendo, le aperture nei weekend. I [...]
Cronaca
28 settembre - 08:14
Misure meno stringenti sia per il mondo della cultura che in quello dello sport. Fondamentale rimane avere il Green pass e massima attenzione anche [...]
Cronaca
28 settembre - 08:28
L'epicentro è nella provincia di Treviso e il sisma è stato avvertito anche nei territori vicini. Le prime due scosse sono state avvertiti [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato