Contenuto sponsorizzato

I carabinieri bloccano un cantiere: operai poco protetti, niente locali per pasti e materiale di primo soccorso assente

Diverse le irregolarità in un cantiere che era stato allestito per la riqualificazione di un albergo: tra queste la mancanza di idonei locali per la consumazione dei pasti da parte degli operai, la mancanza di segnaletica e l’assenza di materiale sanitario per il primo soccorso

Di G.Fin - 16 maggio 2022 - 11:01

MADONNA DI CAMPIGLIO. Poca sicurezza in cantiere, senza misure protettive per le cadute dall'alto e quadri elettrici realizzati senza seguire la legge. Sono diverse le irregolarità che sono state registrate nei giorni scorsi in un cantiere allestito per la ristrutturazione, l’ampliamento e la riqualificazione di un albergo.

 

Ad intervenire sono stati i Carabinieri della Stazione di Madonna di Campiglio e gli ispettori dell’Unità Operativa Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro dell’Azienda provinciale per i servizi, nell’ambito della collaborazione avviata dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Trento.

 

La situazione è apparsa fin da subito grave con alcune evidenti inadempienze in materia di sicurezza per i lavoratori.

 

In particolare, come già detto, è stato accertato che non erano state predisposte le misure di protezione collettiva per la prevenzione delle cadute dall’alto in molti punti del cantiere, dove le altezze risultavano considerevoli, anche fino a 9 metri con evidente grave rischio.

 

Inoltre, anche l’impianto elettrico di cantiere non era stato realizzato secondo i dettami della legge.

 

Sono poi state accertate una serie di violazioni “minori”, come ad esempio: la mancanza di idonei locali per la consumazione dei pasti da parte degli operai, la mancanza di segnaletica e l’assenza di materiale sanitario per il primo soccorso.

 

Le gravi violazioni riscontrate hanno reso necessario, oltre all’applicazione delle sanzioni previste dal decreto 81/08 anche la sospensione dall’attività imprenditoriale della ditta capofila a cui è stata affidata la realizzazione del progetto.

 

Nel cantiere è stata sospesa ogni attività, si potranno effettuare soltanto lavori per la predisposizione delle protezioni e messa in sicurezza dell’area, a seguito delle quali, previa verifica, sarà consentita la ripresa dell’attività.

 

La conseguente segnalazione della sospensione all’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) comporterà per l’impresa anche interdizione a sottoscrivere contratti con la pubblica amministrazione e con le stazioni appaltanti.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 1 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
02 luglio - 21:22
Il 36enne stava affrontando una highline, una apposita fettuccia assicurata e tesa tra due sostegni a una quota di circa 1.400 [...]
Cronaca
02 luglio - 19:19
Le fiamme si sono sviluppate tra i vigneti nei pressi di un bunker della Seconda guerra mondiale, l’intervento dei vigili del fuoco complicato [...]
Cronaca
02 luglio - 20:41
Confesercenti del Trentino: "Ci ha lasciato Loris Lombardini: una persona dal grande cuore e dalla grande personalità"
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato