Contenuto sponsorizzato

Il boom sonico di un caccia sopra il Veneto? L'Aeronautica conferma: “E' stato un Eurofighter in volo nel nord dell'Adriatico”

Il forte rumore era stato udito ieri in diverse zone del Veneto, da Venezia a Treviso, e diversi cittadini avevano addirittura contattato le autorità per chiedere informazioni. L'Aeronautica militare però conferma: un caccia F-2000 Eurofighter del 51esimo stormo, di stanza a Istrana (Treviso), verso le 14 di ieri ha superato la barriera del suono all'altezza di Chioggia durante un volo programmato

Foto d'archivio
Di F.S. - 22 March 2022 - 12:49

VENEZIA. Si è trattato di un volo regolarmente autorizzato e condotto nel rispetto delle regole in vigore”: l'Aeronautica militare conferma il passaggio sopra il Veneto di un caccia che, nel primo pomeriggio di ieri, ha generato un boom sonico udito da Venezia fino a Treviso (Qui Articolo). Il forte boato è stato percepito da molti cittadini e alcuni di loro hanno addirittura contattato le forze dell'ordine per chiedere informazioni in merito.

 

Già nella giornata di ieri l'ipotesi più accreditata era che il forte rumore fosse stato causato appunto dallo sfondamento del muro del suono da parte di un caccia militare. L'Aeronautica ha confermato in una nota il passaggio di un caccia F-2000 Eurofighter del 51esimo Stormo, di stanza a Istrana (Treviso), che verso le 14 di ieri avrebbe superato la barriera del suono all'altezza di Chioggia durante un volo programmato.

 

Il bang sonico sarebbe stato generato a circa 14mila metri di quota ed il volo, dice l'Aeronautica: “Rientra tra le normali attività addestrative per il mantenimento della prontezza operativa dei reparti impegnati nella difesa dello spazio aereo nazionale”. Il boato sarebbe stato avvertito anche al suolo nonostante la quota elevata a causa delle particolari condizioni condizioni meteorologiche di vento e temperatura, che avrebbero probabilmente amplificato la propagazione dell'urto.

 

L'Aeronautica militare assicura la sorveglianza dello spazio aereo nazionale 365 giorni all'anno, 24 ore su 24, con un sistema di difesa integrato, fin dal tempo di pace, con quello degli altri Paesi appartenenti alla Nato. La difesa dello spazio aereo nazionale, oltre che dal 51esimo Stormo di Istrana è garantita dal quarto Stormo (Gr), dal 36esimo Stormo (Ba), dal 37esimo Stormo (Tp) con velivoli Eurofighter e dal 32esimo Stormo di stanza ad Amendola (Fg) con caccia F-35.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 25 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
27 giugno - 15:55
Sono stati trovati 130 positivi a fronte di 581 tamponi. Nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono 46 i pazienti ricoverati in ospedale
Montagna
27 giugno - 15:11
Il soccorso alpino nazionale commenta l’ultima “impresa” di un escursionista che è salito sulla Marmolada senza ramponi ma portando con sé [...]
Cronaca
27 giugno - 15:07
L'avviso è stato emesso dalla protezione civile: l'allerta scatta dalle 17 di oggi (lunedì 27 giugno) e durerà fino alle 24 di domani (martedì [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato