Contenuto sponsorizzato

Madre, figlio e fidanzata rubano 6 uova di Pasqua e fermati dalla polizia negano di conoscersi. Tutti e tre finiscono nei guai

Gli accertamenti fatti dalla polizia di Vicenza con i carabinieri, hanno consentito di appurare che i tre soggetti sono tutti residenti e domiciliati in Borgo Valsugana. La 18enne è la fidanzata e convivente del giovane ventisettenne

Pubblicato il - 10 April 2022 - 12:32

BORGO VALSUGANA. Trovata a rubare sei uova di Pasqua a finire nei guai è una ragazza 18enne residente a Borgo Valsugana.  L'episodio è avvenuta nei giorni scorsi in un centro commerciale del bassanese, ''Il Grifone''. Una pattuglia di polizia si è trovata davanti tre persone che si aggiravano con fare sospetto. Due di esse era una madre di 55 anni e il figlio di 27 anni un uomo ed avevano a proprio carico già  numerosissimi precedenti, soprattutto per reati contro il patrimonio. Una terza ragazza, invece, di 18 anni, risultava incensurata.

Fin da subito, pur essendo stati controllati assieme, i tre soggetti hanno negato di conoscersi. Madre e figlio avevano delle borse della spesa, mentre la giovane trascinava un carrello della spesa pieno di oggetti vari.  Insospettiti dall’atteggiamento gli agenti hanno chiesto gli scontrini. Per i primi due non ci sono stati problemi ed hanno presentato regolare scontrino fiscale d’acquisto dei generi contenuti all’interno delle buste, la ragazza, invece,  non è stata in grado di fornire alcun titolo giustificativo dell’acquisto di 6 uova di Pasqua di marche diverse, tutte in confezione ancora perfettamente integra.

 

Dopo aver tergiversato ed aver nuovamente negato di conoscere gli altri due soggetti, la giovane donna ha ammesso aver sottratto la refurtiva nel supermercato all'interno del vicino centro commerciale.  Dopo aver eseguito un controllo tramite il sistema di videosorveglianza del supermercato, gli Agenti sono stati in grado di comprovare l’effettiva responsabilità della ragazza che è stata accompagnata in Commissariato ed indagata in stato di libertà per il reato di furto aggravato.

 

Nei giorni successivi è stata formalizzata la denuncia/querela del caso, quantificando il valore della merce asportata in 91,85 euro. Gli accertamenti fatti assieme ai carabinieri di Borgo Valsugana, hanno consentito di appurare che i tre soggetti sono tutti residenti e domiciliati in Borgo Valsugana. La 18enne è la fidanzata e convivente del giovane ventisettenne, cosa ampiamente comprovata anche da varie pubblicazioni di foto e post sui social network.

 

Le verifiche che sono state portate avanti successivamente con le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza installato nel supermercato hanno permesso di accertare la corresponsabilità nella perpetrazione del reato, da parte sia del ventisettenne fidanzato della ragazza sia della cinquantacinquenne madre. Tutti sono stati quindi indagati in stato di libertà per il reato di furto, perpetrato in concorso con la ragazza diciottenne.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 4 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 luglio - 21:05
Tutti i punti di accesso alla montagna sono chiusi per motivi di sicurezza. Le attività di ricerca proseguono con l'ausilio dei droni, portate in [...]
Cronaca
05 luglio - 19:56
Il sindaco di Levico, Gianni Beretta: "La comunità è molto provata. E' difficile trovare le parole a fronte di una tragedia enorme, che ci [...]
Cronaca
05 luglio - 19:37
Le accuse di Debora Campagnaro, sorella di Erica una delle alpiniste disperse dopo la tragedia sulla Marmolada: “Se ci fosse stato un bollettino [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato