Contenuto sponsorizzato

Omicidio in un appartamento protetto, è morta una donna di 53 anni uccisa da un'altra ospite

E' successo nel vicentino, a Marostica.  L’Ulss 7 Pedemontana: "Le persone coinvolte da circa due anni, a fronte di una situazione stabilizzata, vivevano in un appartamento sociale". Una donna di 54 anni è stata arrestata e trasportata al carcere di Verona

Di G.Fin - 25 April 2022 - 08:06

VICENZA. Una tragedia nell'appartamento protetto dove vivevano da diverso tempo. Una donna di 53 anni è morta dopo essere stata accoltellata dalla coinquilina di 54 anni.

 

L'omicidio è avvenuto a Marostica nel vicentino. Le due donne erano da molto tempo seguite da una comunità che si occupa di pazienti con problemi psichiatrici. A seguito però di una situazione che sembra essersi stabilizzata le due donne erano andate a vivere in uno degli appartamenti messi a disposizione.

Quando sono arrivati sul posto i carabinieri hanno trovato una delle due donne riversa a terra con diversi tagli all'addome e poco dopo è stata fermata la coinquilina che è stata successivamente interrogata dal pubblico ministero di turno e al termine la 54enne è stata arrestata e trasferita alla Casa Circondariale di Verona.

 

Sull’omicidio è intervenuta anche l’Ulss 7 Pedemontana: “Le persone coinvolte – spiega l’azienda socio sanitaria – erano seguite da molti anni dal Dipartimento di Salute Mentale dell’Ulss 7 Pedemontana e da circa due anni, a fronte di una situazione stabilizzata, vivevano in un appartamento sociale gestito dalla cooperativa sociale Un Segno di Pace. Nel caso specifico, l’Ulss 7 Pedemontana garantisce, come in molte altre situazioni analoghe, il monitoraggio delle condizioni degli ospiti dell’appartamento sociale attraverso un monitoraggio sanitario costante, mediante più visite la settimana da parte di un operatore sanitario; inoltre le ospiti dell’appartamento venivano regolarmente sottoposte a visita psichiatrica, con cadenza mensile”.

 

“In passato – aggiunge la nota – non erano mai emersi elementi di aggressività o di tensione particolare, tanto è vero che l’ultimo ricovero dell’autrice dell’aggressione risale a quasi vent’anni fa e lo stesso è risultato nell’ultima visita effettuata da parte dell’operatore proprio questa mattina poche ore prima dei fatti. L’Ulss 7 Pedemontana esprime le proprie condoglianze ai familiari della vittima e metterà a disposizione degli inquirenti tutta la documentazione utile a fare luce sulla vicenda”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 1 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
03 luglio - 06:01
Sono circa 1.000 i pazienti ogni anno che vengono colpiti da ictus. In relazione all'età la curva cresce dai 60 anni in poi, con un picco [...]
Cronaca
02 luglio - 21:22
Il 36enne stava affrontando una highline, una apposita fettuccia assicurata e tesa tra due sostegni a una quota di circa 1.400 [...]
Cronaca
02 luglio - 19:19
Le fiamme si sono sviluppate tra i vigneti nei pressi di un bunker della Seconda guerra mondiale, l’intervento dei vigili del fuoco complicato [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato