Contenuto sponsorizzato

Rimane grave il 17enne investito dalle fiamme in officina durante l'alternanza scuola - lavoro, interviene Bianchi: ''Le regole di sicurezza devono valere per tutti''

Il giovane in condizioni ancora molto gravi con ustioni di secondo e terzo grado si trova al centro grandi ustionati di Murnau in Baviera. Un altro cliente della carrozzeria è rimasto ferito. Gli studenti a livello nazionale annunciano scioperi e mobilitazioni

Di G.Fin - 22 May 2022 - 08:30

MERANO. Si trova ancora in gravi condizioni ricoverato nel centro grandi ustionati di Murnau in Baviera il giovane di 17 anni che stava effettuando l'alternanza scuola – lavoro all'interno di una carrozzeria quando è rimasto vittima di un grave incidente che ha portato ora alcuni macchinari ad essere posti sotto sequestro.

 

L'INCIDENTE

Il giovane, stando ad una prima ricostruzione, si trovava all'interno di una cabina forno e stava pulendo il pavimento con un macchinario, quando tutto ad un tratto sarebbe stato investito da un'improvvisa fiammata partita dal macchinario. Il ragazzo è rimasto ferito in modo grave e con lui ha riportato ustioni anche un cliente dell'officina, di 36 anni, che stava attendendo un preventivo e che non si trova ora in pericolo di vita. 

 

Secondo una prima ipotesi, le cause sono ancora in corso di accertamento, i detergenti utilizzati per il macchinario potrebbero essere venuti in contatto con l'impianto elettrico e questo avrebbe portato alla fiammata.

 

Al momento la macchina lavapavimento utilizzata dallo studente e la cabina forno adibita alla verniciature sono state poste sotto sequestro.

 

LE REAZIONI

Il grave incidente avvenuto a Merano ha avuto un'eco nazionale. Da parte degli studenti sono stati annunciati "scioperi e mobilitazioni". Come ricorda l'Unione degli Studenti, quello avvenuto a Merano è il terzo incidente grave nel corso del 2022 durante l'alternanza scuola-lavoro.

Non staremo a guardare: seguiranno scioperi e mobilitazioni studentesche in tutto il Paese – ha spiegato il coordinatore nazionale dell'Unione, Luca Redolfi - perché questo incidente si aggiunge a una lunga lista di morti sul lavoro e all'interno delle scuole, morti causate da un sistema malato volto solamente al profitto". Redolfi ha poi aggiunto, "vogliamo sicurezza dentro e fuori le scuole vogliamo che l'alternanza scuola-lavoro e gli stage vadano aboliti a favore dell'istruzione integrata".

 

A rivolgere un pensiero al giovane è stato anche il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi. “Stiamo firmando un accordo ulteriore con il ministero del lavoro: devono valere le regole di sicurezza sul lavoro per tutti, ha assicurato il ministro.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 1 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
02 luglio - 21:22
Il 36enne stava affrontando una highline, una apposita fettuccia assicurata e tesa tra due sostegni a una quota di circa 1.400 [...]
Cronaca
02 luglio - 19:19
Le fiamme si sono sviluppate tra i vigneti nei pressi di un bunker della Seconda guerra mondiale, l’intervento dei vigili del fuoco complicato [...]
Cronaca
02 luglio - 20:41
Confesercenti del Trentino: "Ci ha lasciato Loris Lombardini: una persona dal grande cuore e dalla grande personalità"
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato