Contenuto sponsorizzato

''Utenti disabili rimasti a casa perché i mezzi non si sono presentati”, la Pat convoca le aziende convenzionate con il servizio MuoverSì

I disservizi sono stati segnalati da diversi utenti questa mattina, la Pat: “Sono dovuti rimanere a casa, in quanto il mezzo che attendevano non si è presentato”. Sono in corso le verifiche delle autorità, l'Umse disabilità ha convocato le aziende di trasporto convenzionate con il progetto MuoverSi per un incontro lunedì mattina

Pubblicato il - 01 settembre 2022 - 18:22

TRENTO. Disagi in Trentino per il trasporto di persone disabili con il progetto MuoverSi, la Pat: “Sono arrivate segnalazioni da parte di diversi utenti che questa mattina (1 settembre ndr) sono dovuti rimanere a casa, in quanto il mezzo che attendevano non si è presentato. L'Amministrazione si è attivata per chiarire e risolvere le criticità”.

 

La situazione è stata riportata all'Umse disabilità ed integrazione socio-sanitaria della Provincia, che gestisce il servizio in affidamento a cooperative e ditte di trasporto, e sul quale sono in corso le verifiche dell'Amministrazione provinciale. I disservizi, come detto, sono emersi oggi per il servizio MuoverSi, dedicato al trasporto e accompagnamento delle persone disabili per le diverse necessità, lavoro, visite mediche o altro.

 

Nel frattempo, continua Piazza Dante, la stessa Umse disabilità ha inviato “un richiamo alle ditte interessate al rispetto della convenzione tutt'ora valida (scade a fine 2023) e una convocazione urgente per un incontro per lunedì mattina”. Come ha precisato infatti l'assessora alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia della Pat Stefania Segnana, è assolutamente necessario garantire appieno il servizio.

 

MuoverSi – dice Segnana – è una parte importante nell'ambito dei progetti, prestazioni e attività offerti, anche in collaborazione tra pubblico e privato, rivolti a garantire l'inserimento sociale e lavorativo delle persone disabili e i loro progetti di vita”. Il progetto, dice la Pat, permette infatti alle persone impossibilitate a muoversi autonomamente per una condizione permanente di tipo fisico, psichico o sensoriale di accedere a servizi e prestazioni di tipo socioassistenziale e sanitario. Sono circa 800 gli utenti serviti quotidianamente su tutto il territorio provinciale, con circa 7 aziende di trasporto convenzionate.

Contenuto sponsorizzato
Edizione del 26 settembre 2022
Telegiornale
26 set 2022 - ore 21:21
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
26 settembre - 20:37
I lavoratori autonomi prediligono Fratelli d'Italia che pesca un 17% dal Movimento 5 stelle. Il terzo polo prende voti dal centrosinistra che a sua [...]
Politica
26 settembre - 20:14
Con l'elezione di Alessia Ambrosi, Sara Ferrari e Dieter Steger si completano i risultati per il Trentino Alto Adige alle politiche 2022 con i 13 [...]
Cronaca
26 settembre - 21:06
La tragedia è avvenuta nella zona della val di Non. Il 70enne stava tagliando legna quando ha accusato un malore e si è trascinato addosso il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato