Contenuto sponsorizzato

Questa notte avremo la luna più grande del 21° secolo

Il fenomeno non si ripeterà fino al 25 novembre 2034, secondo i dati dell’agenzia spaziale americana Nasa

Pubblicato il - 13 novembre 2016 - 15:47

TRENTO. La luna come non l'avete mai vista. Nella speranza che le nubi che stanno coprendo il cielo sopra il Trentino scompaiano, potremo tutti vedere un evento atteso da circa 68 anni.

 

La luna piena, infatti, andrà a coincidere con la minore distanza del satellite dalla Terra e quella che vedremo il 14 novembre non sarà solo la luna più vicina del 2016, ma anche quella più grande del 21° secolo.

 

Secondo i dati dell’agenzia spaziale americana Nasa, il fenomeno non si ripeterà fino al 25 novembre 2034.

 

Secondo i dati, la luna apparirà un 14% più grande e un 30% più luminosa. Secondo i tecnici della Nasa la Luna diventerà piena circa due ore dopo il suo passaggio nel perigeo, il che ci regalerà una super Luna, come detto, particolarmente grande e luminosa.

 

Per gli amanti del cielo del Nord America ed Europa, la migliore vista sarà probabilmente nella notte del 13 novembre, o la notte seguente. In Italia, invece, a mezzogiorno circa la Luna si troverà alla minima distanza dalla Terra e dopo circa due ore e mezza dopo aver passato il perigeo, alle 14:00, il nostro satellite raggiungerà il culmine della fase di plenilunio.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 novembre - 04:01

Mentre dal 15 al 25 novembre i positivi comunicati da Fugatti e Segnana ai trentini sono passati da 3.099 a 2.461 quelli veri a Trento città sono passati da 2.240 a 2.500 e mentre il livello di contagio pare stabile i dati comunicati dalla Pat fanno salire enormemente il gap con tutti gli altri territori nel rapporto tra positivi e ricoveri, decessi e terapie intensive (dati, questi, che non si possono interpretare) e anche l'ex rettore Bassi conferma: ''Con impegno e costanza degni di miglior causa, il Trentino è riuscito a emergere nel panorama nazionale come una anomalia sempre più evidente''

26 novembre - 20:38

Sono 460 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 55 in alta intensità. Sono stati trovati 297 positivi a fronte dell'analisi di 4.323 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,4%

26 novembre - 19:51

Mentre i contagiati comunicati da Fugatti e Segnana sono in costante calo, superati quasi ogni giorno dai guariti, il dato completo che comprende anche gli antigenici è meno rassicurante

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato