Contenuto sponsorizzato

Guerra tra bande in piazza Dante, nigeriani contro nordafricani

La rissa dal centro dei giardini si è spostata in via Pozzo, bloccando il traffico e per finire sotto la tettoia della stazione dei pullman dove sono state scagliate delle bottiglie contro la vetrata. Sul posto tre volanti della polizia e due cellulari con a bordo gli agenti in tenuta antisommossa

Foto: ildolomiti.it
Di D.B - 31 maggio 2017 - 19:18

TRENTO. Alle 18 in piazza Dante è scoppiata una rissa tra due etnie che ha coinvolto una cinquantina di persone. In numero superiore erano i nigeriani che hanno iniziato a scontrarsi con tunisini e algerini.

 

Dal centro del parco dove è iniziata la rissa, lo scontro si è spostato in un primo momento su via Pozzo, bloccando il traffico e per finire sotto la tettoia della stazione dei pullman dove sono state scagliate delle bottiglie contro la vetrata.


Foto: ildolomiti.it

Tra gli oggetti che sono volati tra le opposte fazioni anche una bicicletta lanciata in aria. Sul posto sono arrivati immediatamente tre volanti della polizia e due cellulari con a bordo gli agenti in tenuta antisommossa.

 

Le camionette sono entrate nel parco e i poliziotti sono scesi con scudi e manganelli ma i protagonisti della rissa si erano già dileguati. Presente anche la polizia municipale e in tutto, gli appartenenti alle forze dell'ordine mobilitate, sono stati più di 30.

 

 

Non si conoscono i motivi dello scontro anche se qualcuno parla già di una resa dei conti legata allo spaccio delle sostante stupefacenti. 


Foto: ildolomiti.it

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 febbraio - 05:01

Un’operatrice di Rsa ha contratto il coronavirus nonostante fosse già stata sottoposta alla seconda dose di vaccino a fine gennaio, ecco perché può accadere ma allo stesso tempo è importante parlarne. Ferro: “Siamo a conoscenza del caso e lo stiamo seguendo, non è la prima volta che succede e si tratta di una situazione attesa nel senso che il vaccino ha un’efficacia del 95%”

25 febbraio - 20:21

Sono 204 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 36 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi comunicati 3 decessi. Sono 85 i Comuni che presentano almeno una nuova positività

25 febbraio - 20:46

L'allerta è stata lanciata intorno alle 19 sotto il rifugio Marchetti. La macchina dei soccorsi è entrata subito in azione per il timore che potessero esserci persone travolte e sommerse dalla neve

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato