Contenuto sponsorizzato

Natale Magico a Mezzolombardo, giochi per i bambini e sconti nei negozi

Musica, folletti, il pozzo di San Patrizio e casette ristoro per le vie del centro storico. Un trenino garantirà il collegamento con i parcheggi e i commercianti organizzeranno promozioni e scontistica

Pubblicato il - 24 novembre 2017 - 16:12

MEZZOLOMBARDO. Colori, regali, luci, musica, elfi dei boschi: il Natale a Mezzolombardo sarà Magico. I commercianti che si impegnano per la loro comunità hanno voluto trasformare la festa per eccellenza in uno spettacolo diffuso tra le vie del centro.

 

Protagonisti ovviamente i bambini, che vivono con trepidazione l'avvento del Natale. Un Luna Park invernale, accompagnato da cori, laboratori ed artisti di strada, rallegrerà i primi tre weekend di dicembre.

 

Pesca nei ghiacciColpisci i pupazzi di neve, Tiro allo yeti, Centra il dolce di Natale: questi i giochi che saranno allestiti e in ognuno ci sarà un elfo che guiderà i bambini, accogliendoli e invitandoli nel magico mondo del Natale.

 

Queste attrazioni saranno posizionate al centro commerciale Braide, in piazza San Giovanni, in piazza Cassa di Risparmio ed in piazza delle Erbe. Il progetto del Luna Park viene completato con la realizzazione di una tessera nella quale verrà segnato il passaggio ad ogni postazione e che, se completata, darà diritto ad un premio da ritirare nel gioco finale dell’evento.

 

Un premio che sarà possibile ottenere dalla Pentola di San Patrizio, che sarà allestita sabato 16 e domenica 17 dicembre. Questa tessera verrà regalata a chi effettuerà una spesa minima di €10,00 in uno dei negozi aderenti all’iniziativa.

 

Oltre ai giochi ci saranno quattro casette che offriranno un servizio di ristoro con dolci e bevande calde per i visitatori. Come contorno a tutto questo, un gruppo di artisti di strada intratterrà le famiglie lungo le vie del paese.

 

Per ottenere il massimo coinvolgimento nelle attività, con una maggiore sicurezza per i più piccoli, verranno chiuse le due piazze principale (Erbe e Cassa di Risparmio) e tutto corso Mazzini. Invece per sopperire all’assenza temporanea di parcheggi, un trenino collegherà il centro storico con il parcheggio messo a disposizione dal centro Braide, che conta ben 400 posti.

 

Passando da piazza delle Erbe si potranno effettuare dei laboratori a tema natalizio. La musica farà da filo conduttore e da sottofondo per tutta la manifestazione, grazie alla collaborazione di vari cori.

 

Prima fra tutti, sabato 2 dicembre, la banda cittadina farà da apripista con un’esibizione itinerante per tutto Corso Mazzini. Durante tutti i weekend una compagnia diversa ci intratterrà con i loro strumenti e le loro voci.

 

"Come commercianti anche noi intendiamo darci da fare - spiegano gli organizzatori - per questo motivo a partire dal 1° del mese, sulla falsa riga di un più classico Calendario dell’Avvento, organizzeremo ogni giorno in un negozio diverso, una scontistica od una promozione speciale valida per quella sola giornata. L’idea è quella di invitare i visitatori a girare per le nostre vie per scoprire quali negozi aderiscono all’iniziativa e con quale promozione".

 

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.20 del 18 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 ottobre - 06:01

Con l'appello si chiede la progressiva eliminazione dell'uso dei pesticidi di sintesi in agricoltura e l'istituzione di un biodistretto sull'intero territorio della regione. Sono tre i candidati presidenti che fino ad oggi hanno firmato: Antonella Valer, Filippo Castaldini e Filippo Degasperi.

18 ottobre - 20:21

In moltissimi questo pomeriggio ad accogliere Silvio Berlusconi a Trento. Toni molti duri nei confronti del Governo che "sta facendo fare brutta figura all'Italia" e verso i 5 Stelle "Che non sanno fare nulla" 

18 ottobre - 19:43

Preoccupato per le politiche nazionali che potrebbero minare l'unità dell'Europa: "Una scelta suicida affidarsi a loro perché la vostra autonomia è nata dentro l'Europa unita". Giorgio Tonini: "Salvini non ha nemmeno permesso a Fugatti di mettere il suo nome nel simbolo. Che autonomia sarà se nemmeno il governatore sarà autonomo dal governo nazionale?"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato