Contenuto sponsorizzato

Fallimento Btd, azione di responsabilità verso l'ex cda, richiesti 7 milioni di danni. L'attuale presidente: "La Divisione vigilanza ha operato in modo oggettivo"

Il Tribunale e il commissario liquidatore hanno avviato una citazione per danni alla cooperativa edile di Imer dichiarata insolvente. L'atto coinvolge anche il presidente del Sait Renato Dalpalù

Di Luca Andreazza - 13 aprile 2017 - 13:00

TRENTO. Una richiesta danni da 7 milioni di euro. Il tribunale e i commissari liquidatori della Btd Servizi Primiero Mariano Zanolli, Emiliano Dorighelli e Carlo Chelodi, hanno avviato nei confronti degli ex amministratori della cooperativa e della stessa Federazione, quest’ultima in particolare per la sua funzione di vigilanza e controllo legale dei conti.

 

Un'azione per fare luce sulle responsabilità del crac della cooperativa edile di Imer e nel mirino anche l'ex presidente Franco Bettega, l'ex vice presidente e direttore tecnico Fabiano Dalla Sega, gli ex membri del comitato di controllo, compreso l'attuale presidente di Sait Renato Dalpalù

 

L'atto di citazione è stato esaminato mercoledì 12 aprile dal consiglio di amministrazione di Federcoop. I debiti lasciati dalla Btd ammontano a circa 21 milioni di euro, ma le richieste dei 435 creditori, che comprende 300 artigiani, è arrivata a superare i 24 milioni di euro.  

 

Il presidente Mauro Fezzi difende l’operato della Divisione vigilanza, rinnovando la sua fiducia nell'organo, motivando questa decisione analizzando riscontri oggettivi: "La Vigilanza - dice - ha operato secondo criteri di terzietà e indipendenza, in questa così come ogni altra attività svolta. A questo proposito va ricordato che gli atti della Divisione Vigilanza sono sempre vagliati e controllati anche da un soggetto esterno, in questo caso la società di revisione internazionale Grant Thornton".

 

La procedura di liquidazione coatta amministrativa della Btd Servizi è stata avviata nel maggio 2015 dalla Provincia su segnalazione della Vigilanza, mentre il 7 luglio scorso è arrivata la dichiarazione di insolvenza sancita dal Tribunale. Nelle motivazioni si parla di una situazione finanziaria estremamente critica (il 2014 si è chiuso in perdita per quasi 10 milioni di euro) con una patrimonio in rosso di quasi di tre milioni. Una situazione precipitata definitivamente nell'aprile 2015 quando i cantieri si sono bloccati e i 50 dipendenti tra impiegati, operai e soci.

 

"Nei prossimi giorni - spiega Fezzi - verranno effettuati ulteriori approfondimenti tecnici per predisporre la documentazione, in quanto il consiglio ha dato mandato di conferire l'incarico legale per la difesa, attivando nel contempo la compagnia assicuratrice per le procedure conseguenti".

 

Nel rispetto della  riservatezza inerente l’attività di revisione, il consiglio di amministrazione afferma che la Divisione Vigilanza ha effettuato l’ultima revisione cooperativa biennale relativamente all’esercizio 2012: "Fino a quel momento - evidenzia - la gestione societaria appariva corretta e non vi erano elementi che potessero giustificare la richiesta da parte dell’Autorità di revisione dell’adozione di provvedimenti sanzionatori".

 

La cooperativa fino a dicembre 2014 aveva un sistema di governance 'monistico': i soci eleggono il consiglio d'amministrazione, che a sua volta nomina il controllo di comitato di gestione. Renato Dalpalù è entrato nel cda di Btd nel 2007, restando in carica fino al 2014, quando la società è tornata alla separazione tra consiglio d'amministrazione e collegio sindacale. 

 

Per l’attività di revisione legale dei conti, la Divisione vigilanza ha certificato i bilanci fino al 2013, mentre non ha certificato il bilancio 2014.  "I revisori - conclude - non appena a conoscenza delle difficoltà che si stavano prospettando hanno intensificato i controlli segnalando tempestivamente e per primi gli elementi di criticità emersi agli organi sociali e all’autorità di vigilanza, che hanno portato al provvedimento di liquidazione coatta amministrativa".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 gennaio - 19:13

Sono 333 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 46 pazienti sono in terapia intensiva e 45 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 14 decessi di cui 9 in ospedale

18 gennaio - 17:39

Le Stelle alpine prendono in considerazione l'ultima analisi di Bassi, il quale ha esaminato i dati contenuti negli indicatori dei report settimanali dell'Iss. La lettera del segretario politico del Patt: "Il governo della Provincia è in qualche modo responsabile del ritardo nella comunicazione dei dati a Roma? E se così non fosse cosa intende fare, presidente Fugatti, per correre ai ripari e ripristinare la verità?"

18 gennaio - 17:45

Nelle ultime 24 ore analizzati 708 tamponi. Sono stati comunicati altri 14 decessi a causa di Covid-19. Trovati 56 positivi tra tamponi molecolari e test antigenici, confermate 57 positività riscontrate nei giorni scorsi. Sono 107 le guarigioni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato