Contenuto sponsorizzato

Borsa: effetto cedole penalizza Piazza Affari (-1,3%), attesa per i verbali Fed

Economia flash
Pubblicato il - 21 novembre 2022 - 17:42

Stacco dividendi pesa per lo 0,68%. Greggio in caduta del 5% (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 21 nov - Chiusura debole per le Borse europee. I dubbi sull’andamento dell’economia, il rebus sulle mosse delle banche centrali e la guerra in Ucraina hanno spinto gli investitori a sposare ancora un atteggiamento cauto, soprattutto considerando che gli indici da metà ottobre a metà novembre hanno registrato un forte recupero. Pochi spunti, inoltre, arriveranno in questi giorni da Wall Street, che già si appresta a festeggiare il Thanksgiving di giovedì. Mercoledì, comunque, sarà una giornata clou, con la pubblicazione di numerosi dati macro Usa, oltre che dei verbali dell’ultima riunione del Fomc, il braccio operativo della Federal Reserve. Milano è stata la peggiore, giù dell'1,29%, risentendo dello stacco dei dividendi che ha pesato sul Ftse Mib per lo 0,68%. Lo spread è peggiorato a 193,8 punti, nell'attesa delle legge di bilancio e i tassi dei Btp a dieci anni sono al 3,91%. A Piazza Affari sono andate bene le azioni delle banche. Unicredit (+1,2%) è stata la migliore. Sono però andate male Intesa Sanpaolo (-3,4%) e Mediobanca (-7,4%), risentendo dello stacco del dividendo. L’effetto cedola si è fatto sentire anche su Eni (-5,2%), Tenaris (-5,4%), Banca Mediolanum (-2,9%), Poste (-2,6%), Terna (-1%) e Recordati (-1%). Hanno inoltre continuato a perdere terreno le Tim (-4%), sempre sull’ipotesi che si allontani sempre più l’ipotesi di un’opa sulla compagnia. Sul fronte dei cambi, l’euro è scambiato a 1,0245 dollari (da 1,0319 venerdì). Vale inoltre 145,44 yen (da 144,8), mentre il cross dollaro/yen è pari a 141,9. Il petrolio ha registrato una brusca frenata sul timore che l’economia cinese possa ulteriormente rallentare il passo a causa di nuove chiusure che si potrebbero profilare per combattere il Covid: il wti contratto di gennaio cede il 5,7% portandosi a 75,58 dollari al barile. Infine è stabile il valore del gas: si attesta a 115.800 euro al MgW, in rialzo dello 0,2%. emi-

(RADIOCOR) 21-11-22 17:42:31 (0415)NEWS,ENE,PA,ASS 3 NNNN

Economia flash
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
30 gennaio - 21:41
La Lega, Forza Italia, Associazione Fassa, La Civica, Autonomisti Popolari e Progetto Trentino da una parte, dall'altra parte c'è il partito di [...]
Montagna
30 gennaio - 20:20
Tempi di bilanci in Valsugana, il direttore dell'Azienda per il turismo d'ambito: "Importante rilancio sui Mercatini di Natale di Pergine [...]
Montagna
30 gennaio - 19:42
Diventa sempre più frequente che molti clienti "pretendano" in quota lo stesso trattamento di un ristorante a valle, "senza rendersi conto delle [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato