Contenuto sponsorizzato

Borsa: Europa in cerca del recupero, a Milano (+0,7%) vola Nexi (+4,6%)(RCO)

Economia flash
Pubblicato il - 19 dicembre 2022 - 09:27

In calo il gas, sale il petrolio (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 19 dic - Avvio in rialzo per le Borse europee, che provano il riscatto dopo la frenata della scorsa settimana. Sulle prime battute Parigi guadagna lo 0,73%, Amsterdam lo 0,71%, Francoforte lo 0,59%, Madrid lo 0,39%. Va su anche Londra (+0,18%). A Milano il Ftse Mib segna un +0,71%, mentre lo spread si attesta in area 213 punti e il rendimento dei titoli di stato a dieci anni al 4,29%. Nei giorni scorsi gli indici avevano imboccato la strada del ribasso, sia perchè hanno corso molto nelle settimane precedenti, sia perché la Fed e la Bce hanno indicato che la politica monetaria rimarrà severa nei mesi per raffreddare l'inflazione. D'altra parte, secondo gli economisti, la recessione che si profila all'orizzonte nel 2023 potrebbe risultare meno peggio di quanto previsto fino a qualche mese fa. Intanto viene tenuta sotto controllo la situazione in Cina, dove a seguito delle riaperture stanno aumentano i contagi da Covid. A Piazza Affari sono scattate al rialzo le Nexi (+4,6%), mettendo a segno la performance migliore del Ftse Mib. I titoli beneficiano della notizia che il Governo rinuncia a modificare la normativa esistente sui pagamenti digitali. Continua la corsa di Azimut (+2,4%), sempre sull'onda della notizia che la società ha stretto una partnership commerciale con Unicredit (+0,8%). Sono gettonate anche le azioni del comparto oil, con Tenaris in rialzo di oltre il 2%. Rimangono al palo, invece, le Moncler, sul timore che i contagi di Covid in Cina frenino le vendite nel Paese. Ad Amsterdam salgono dello 0,6% le Exor nel giorno in cui le azioni sono entrate nell'indice principale Aex. Sul fronte dei cambi, l’euro è abbastanza stabile: vale 1,0631 dollari (venerdì in chiusura 1,0615). Passa inoltre di mano a 144,48 yen (145), mentre il rapporto dollaro/yen è a 135,88 (136,66). Sale il prezzo del petrolio: il future gennaio sul Wti registra un progresso dello 0,55%, attestandosi a 74,77 dollari al barile. Infine perde quota il valore del gas nell'attesa delle decisioni Ue sul tetto al prezzo: il contratto di gennaio perde il 4,4%, attestandosi a 110,3 euro per megawattora. emi-

(RADIOCOR) 19-12-22 09:27:35 (0163)NEWS 3 NNNN

Economia flash
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
06 febbraio - 15:57
Mentre negli scorsi giorni la Regione Lombardia lanciava l'allarme con un calo del 44% delle riserve idriche rispetto alla media degli ultimi 15 [...]
Cronaca
06 febbraio - 17:04
Secondo quanto ricostruito l’uomo, Angelo Pescador di 75 anni, stava accendendo la stufa a legna all’interno della propria abitazione quando è [...]
Cronaca
06 febbraio - 16:09
Lorenza Bonetti era molto conosciuta anche per la propria attività portata avanti con un negozio di abbigliamento. Decine i messaggi di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato