Contenuto sponsorizzato

Borsa: Europa tenta rimbalzo, Milano apre a +0,5% trainata da Enel e petroliferi

Economia flash
Pubblicato il - 18 novembre 2022 - 09:18

Sullo sfondo tensioni geopolitiche e timori su stretta Fed(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 18 nov - Partenza all'insegna di un cauto ottimismo per le Borse europee che provano così a scollarsi di dosso, nell’ultima seduta della settimana, le incertezze sul ritmo dei rialzi dei tassi da parte delle Banche centrali per frenare l’inflazione record. Nelle prime battute il listino migliore è quello di Parigi (+0,6%), seguito da Milano e Madrid (entrambe a +0,5%), Francoforte (+0,4%), con la sola Londra più indietro (-0,1%) alle prese con il nuovo piano fiscale del Governo inglese. Resta però alta la tensione sul piano geopolitico dove, oltre alla guerra in Ucraina, si registra il lancio di un missile intercontinentale da parte della Corea del Nord nelle acque del Giappone. A penalizzare i mercati alla vigilia, invece, ci aveva pensato il “falco” della Fed James Bullard, convinto che sarebbe appropriato un rialzo dei tassi d'interesse «fino alla forchetta tra il 5% e il 7%», mentre oggi sono attesi gli interventi di Lagarde, Nagel e Knot della Bce, dai quali gli investitori sperano di trarre ulteriori indicazioni sulle future mosse dell’Eurotower.A Piazza Affari, si muovono in testa al listino principale i petroliferi, grazie allo stop alla caduta del greggio, con Tenaris (+1,5%) ed Eni (+1,2%). Bene Enel (+1,1%) all’indomani della notizia sulla costruzione di una mega factory per i pannelli fotovoltaici negli Usa. In fondo al listino Amplifon (-0,9%) e DiaSorin (-1%). Acquisti su Tim (+0,8%) che, come riportato da Il Sole 24 Ore, ha stretto un’alleanza con Ericsson sul 5G di ultima generazione. Scivola Trevi (stop in volatilità a -10%) dopo il via libera all’aumento di capitale.Sul fronte valutario, l'euro vale in avvio 1,037 dollari (da 1,032 dollari ieri in chiusura) e 145,07 yen (145,25), mentre il dollaro-yen si attesta a 139,78 (140,68). Arretra ancora il prezzo del gas ad Amsterdam sui 111,4 euro al MWh (-1%) mentre è volatile il petrolio dopo i recenti cali: il Wti di gennaio scambia a 81,6 dollari (+0,2%) e il Brent stesso mese a 89,7 dollari (-0,1 per cento). Enr-

(RADIOCOR) 18-11-22 09:18:34 (0171)NEWS,ENE,PA,ASS 3 NNNN

Economia flash
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
30 gennaio - 21:41
La Lega, Forza Italia, Associazione Fassa, La Civica, Autonomisti Popolari e Progetto Trentino da una parte, dall'altra parte c'è il partito di [...]
Montagna
30 gennaio - 20:20
Tempi di bilanci in Valsugana, il direttore dell'Azienda per il turismo d'ambito: "Importante rilancio sui Mercatini di Natale di Pergine [...]
Montagna
30 gennaio - 19:42
Diventa sempre più frequente che molti clienti "pretendano" in quota lo stesso trattamento di un ristorante a valle, "senza rendersi conto delle [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato