Contenuto sponsorizzato

Borsa: lavoro Usa frena rally a vigilia Fed, ma Milano strappa un +0,6%

Economia flash
Pubblicato il - 01 novembre 2022 - 17:41

Brilla Tim (+5%) con i petroliferi. Giù Pirelli(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 01 nov - Le Borse europee riescono a iniziare col piede giusto il mese di novembre, confermando il trend positivo registrato in ottobre. I listini continentali hanno tuttavia sensibilmente rallentato il passo sul finale in scia a Wall Street, scivolata in territorio negativo dopo che i dati macroeconomici positivi, a partire da quello sul mercato del lavoro, hanno alimentato l'aspettativa di una Fed ancora "falco" in tema di politica monetaria. Domani la banca centrale americana alzerà nuovamente i tassi di interesse e gli investitori cercheranno di capire quali saranno le prossime mosse all'orizzonte. A Piazza Affari il Ftse Mib - che nel corso della giornata aveva toccato anche +2% - ha chiuso in progresso dello 0,63% consolidando i massimi da metà agosto. Tra i principali titoli milanesi, Tim è salita del 5,15% approfittando della speculazione su una possibile opa in arrivo da parte di Cdp dopo la nomina di Alessio Butti sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all'Innovazione tecnologica. Il prezzo del petrolio in rialzo ha sostenuto Tenaris (+2,58%) ed Eni (+1,58%), mentre Campari (+1,3%) ha continuato a festeggiare l'acquisizione negli Stati Uniti annunciata ieri. Ha invece perso quota Pirelli (-2,46%) insieme a tutto il comparto europeo sulla scia delle indicazioni negative arrivate dalla trimestrale di Goodyear. Sul mercato dei cambi, euro/dollaro poco mosso a 0,9872 (0,9882 ieri in chiusura). La divisa unica è inoltre scambiata a 146,19 yen (146,89), mentre il dollaro-yen si attesta a 148,06 (148,63). Il petrolio è in deciso rialzo: il Wti, contratto di dicembre, sale del 2,4% a 88,61 dollari al barile, mentre la consegna gennaio sul Brent guadagna il 2,14% a 94,80 dollari. Ancora giù il prezzo del gas naturale: sulla piattaforma olandese Ttf il future di dicembre cede il 6,3% attestandosi a 115,6 euro per megawattora. Ppa-

(RADIOCOR) 01-11-22 17:41:46 (0412)NEWS,ENE,PA,ASS 3 NNNN

Economia flash
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
30 gennaio - 21:41
La Lega, Forza Italia, Associazione Fassa, La Civica, Autonomisti Popolari e Progetto Trentino da una parte, dall'altra parte c'è il partito di [...]
Montagna
30 gennaio - 20:20
Tempi di bilanci in Valsugana, il direttore dell'Azienda per il turismo d'ambito: "Importante rilancio sui Mercatini di Natale di Pergine [...]
Montagna
30 gennaio - 19:42
Diventa sempre più frequente che molti clienti "pretendano" in quota lo stesso trattamento di un ristorante a valle, "senza rendersi conto delle [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato