Contenuto sponsorizzato

Borsa: parte il countdown Fed, Milano (+0,55%) chiude ai massimi da meta' agosto

Economia flash
Pubblicato il - 31 ottobre 2022 - 17:42

Europa cauta. Acquisti su titoli oil nonostante calo greggio(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 31 ott - Chiusura leggermente positiva per le Borse europee nella prima seduta della settimana e l’ultima del mese di ottobre. A Piazza Affari il Ftse Mib - migliore tra i principali listini del Vecchio Continente - ha chiuso le contrattazioni in progresso dello 0,55%, ai massimi da metà agosto, sostenuto soprattutto dal buon andamento di Unicredit (+2,37%) e dei petroliferi. A Francoforte il Dax40 ha chiuso poco mosso (+0,08%), quando a Parigi il Cac40 è rimasto più indietro (-0,1%). Dopo una mattinata all’insegna della cautela, gli indici hanno migliorato il loro andamento, cercando di ignorare la debolezza di Wall Street, dove comunque il Dow Jones si avvia ad archiviare ottobre con la migliore performance mensile dal 1976 e la migliore in assoluto per il mese di ottobre. Mentre continua la stagione delle trimestrali, gli occhi degli investitori sono tutti puntati sulla Federal Reserve: domani si apre la due giorni di riunione del Fomc, il comitato di politica monetaria della banca centrale Usa e gli investitori si aspettano un ulteriore aumento dei tassi di 75 punti base, il quarto consecutivo. Emerge anche l’idea che la Fed deciderà poi di rallentare il passo, vista la debolezza di alcuni dati macroeconomici. Gli investitori, quindi, credono che la Fed procederà con un aumento di 50 punti base a dicembre; poi, prevedono due rialzi consecutivi di 25 punti all'inizio del 2023. In questo modo, i tassi toccherebbero il 5% a marzo ed è questa la previsione, per esempio, data oggi dagli economisti di Goldman Sachs. Tornando a Piazza Affari, tra i titoli a maggiore capitalizzazione, si sono messi in evidenza Diasorin (+2,48%), Tenaris (+2,58%) e Saipem (+1,57%), nonostante il prezzo del petrolio si muova al ribasso. In chiusura dei mercati europei, il contratto consegna Dicembre sul Brent scende dell'1,05% a 94,76 dollari al barile e quello di pari scadenza sul Wti dell'1,8% a 86,32 dollari al barile. In calo anche il prezzo del gas ad Amsterdam: -12,4% a 122 euro al megawattora. Sul fronte dei cambi, infine, l’euro vale 0,9882 dollari (0,9924 in avvio e 0,9940 venerdì in chiusura). La divisa unica è inoltre scambiata a 146,895 yen (147 e 146,68), mentre il dollaro-yen si attesta a 148,628 (148,17 e 147,5). Fla-

(RADIOCOR) 31-10-22 17:42:23 (0487)NEWS,ENE,PA,ASS 3 NNNN

Economia flash
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ambiente
31 gennaio - 05:01
Con la crisi climatica la gestione della risorsa idrica si sta facendo sempre più complicata (e strategica) per i territori: dalla fine del 2021 [...]
Politica
30 gennaio - 21:41
La Lega, Forza Italia, Associazione Fassa, La Civica, Autonomisti Popolari e Progetto Trentino da una parte, dall'altra parte c'è il partito di [...]
Montagna
30 gennaio - 20:20
Tempi di bilanci in Valsugana, il direttore dell'Azienda per il turismo d'ambito: "Importante rilancio sui Mercatini di Natale di Pergine [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato