Contenuto sponsorizzato

Borsa: proteste Cina pesano su indici e petrolio, -1% Milano a meta' seduta

Economia flash
Pubblicato il - 28 novembre 2022 - 13:16

Giù oil e utility, Tim si rialza, Leonardo in evidenza (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 28 nov - Mercati finanziari di malumore guardando alla situazione cinese con le restrizioni anti-Covid a frenare la ripresa dell'economia e a suscitare numerose proteste in molte città contro la politica adottata da Pechino: il quadro di incertezza sta alimentando le vendite sul petrolio e anche sull'azionario nelle ultime sedute di un mese di novembre rivelatosi fino a questo momento generoso (+9% circa l'Eurostoxx alla chiusura di venerdì). Il Ftse Mib di Piazza Affari cede lo 0,97% e un uguale movimento interessa gli altri indici dell'eurozona mentre Londra e Zurigo perdono rispettivamente lo 0,4% e lo 0,2%. Il petrolio arretra di tre punti percentuali con il Brent gennaio sotto quota 81 dollari al barile e il Wti gennaio sotto quota 74 dollari al barile. In rosso i futures di Wall Street. A Milano male soprattutto petroliferi e utility: -2,9% Tenaris, -2,7% Saipem, -1,9% Eni nell'industria oil, -2% A2a e -1,6% Enel tra le società dei servizi di pubblica utilità. Intanto gli operatori guardano anche alle possibili modifiche alla tassa sugli extraprofitti delle società dell'energia allo studio da parte del governo italiano. Dopo un brutto avvio, si è ripresa Tim (+0,2%) mentre prevale l'incertezza a causa delle indiscrezioni sul probabile stop al piano di Cdp di acquisizione della rete infrastrutturale di Tim da unire a quella di Open Fiber. Ancora vivaci Leonardo (+2%) e Iveco (+0,8%) grazie all'importante commessa in arrivo dal Brasile per i mezzi blindati. Tra le banche bene Unicredit (+0,8%). Tiene Atlantia (piatta) con la famiglia Benetton e Blackstone che hanno superato il 95% nell'opa e potranno delistare il titolo da Piazza Affari. Atlantia sarà sostituita da domani sul Ftse Mib da Erg (-0,07%). Tra i peggiori Saras (-5%), mentre Società Editoriale Il Fatto sale del 7% dopo la presentazione del nuovo piano.Sul mercato valutario l'euro è tornato a guadagnare posizioni sul dollaro: il cambio è a 1,0464 dopo aver sfiorato gli 1,05 ai massimi da luglio. Gas in calo del 3% a 120 euro al megawattora. Fon

(RADIOCOR) 28-11-22 13:16:23 (0270)NEWS 3 NNNN

Economia flash
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
06 febbraio - 15:57
Mentre negli scorsi giorni la Regione Lombardia lanciava l'allarme con un calo del 44% delle riserve idriche rispetto alla media degli ultimi 15 [...]
Cronaca
06 febbraio - 15:22
Oltre al soccorso alpino impegnato anche il corpo dei vigili del fuoco di Dro la cui fotoelettrica si è rivelata preziosa nell'illuminare a giorno [...]
Cronaca
06 febbraio - 12:05
Una vicenda drammatica, nei giorni scorsi l'aspetto giudiziario si è chiuso con il proscioglimento degli  imputati, un'infermiera e un medico [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato