Contenuto sponsorizzato

Borsa: rincorsa Wall Street non aiuta Milano, Ftse Mib chiude a -0,27%

Economia flash
Pubblicato il - 28 ottobre 2022 - 17:40

Spread a 205 punti, rendimento decennali scende al 4,13% (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 28 ott - Chiusura contrastata per le Borse europee, migliorate nel pomeriggio sulla scia di Wall Street. Mentre procede a pieno ritmo la stagione delle trimestrali, sul fronte macro sono emersi dati a luci e ombre: se ha stupito positivamente il dato del pil tedesco del terzo trimestre, in rialzo annuo dell’1,2%, continua a preoccupare l’andamento dell’inflazione che a ottobre si è attestata in Germania al 10,4% e in Italia all’11,9%. Negli States, invece, è stato annunciato che a settembre l’inflazione Pce, quella più seguita dalla Federal Reserve, sebbene sia risultata elevata, è rimasta stabile rispetto ad agosto al 6,2%, irrobustendo le ipotesi che l’istituto centrale possa rallentare la corsa al rialzo dei tassi. Ipotesi che ha sostenuto Wall Street e al tempo stesso ha mantenuto la pressione sui tassi di interesse dei titoli di stato, dopo la corsa della scorsa settimana: quello del Treasury a dieci anni è scivolato sotto la soglia del 4% e oggi si attesta al 3,97%. Anche il Btp italiano a dieci anni ha un rendimento del 4,13%, lontano dal picco del 4,8% di una settimana fa. Lo spread ha chiuso a 205 punti. Sul finale Milano ha perso lo 0,27%. A Piazza Affari sono andate bene le Eni (+1,69%), premiate per la buona trimestrale. Sono salite anche le azioni delle banche, con Banco Bpm in rialzo di oltre l'1%. Per contro hanno continuato a perdere terreno le Moncler (-2,3%), risentendo ancora per la delusione delle vendite del terzo trimestre cresciute, ma in linea con le attese. St, dopo la frenata della vigilia, ha perso un ulteriore 2,17%, sulla scia del calo del comparto tecnologico. Sul mercato valutario, l’euro vale 0,9940 dollari (ieri a 0,998). La divisa è inoltre scambiata a 146,68 yen (145,97), mentre il dollaro-yen si attesta a 147,5 (145,86). Il petrolio batte la fiacca: il wti contratto di dicembre si attesta a 87,59 dollari al barile in calo dell’1,67%. In salita del 4,99% il gas ad Amsterdam a 112,7 euro al MWh. emi-

(RADIOCOR) 28-10-22 17:40:56 (0567)NEWS,ENE,PA,ASS 3 NNNN

Economia flash
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ambiente
17 aprile - 17:16
Il pericolo della processionaria è sempre presente in questo periodo dell'anno e la storia della cucciola di 5 mesi, Dolly, ce lo [...]
Cronaca
17 aprile - 16:56
Uno schianto terribile che è avvenuto sulla strada provinciale 235 fra Zambana e Nave San Rocco. Inutili i tentativi di rianimazione del [...]
Cronaca
17 aprile - 15:40
Non si escludono soprattutto dal pomeriggio sera di oggi, al pomeriggio sera di domani e nella notte tra venerdì e sabato potranno si possano [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato