Contenuto sponsorizzato

Inflazione: per il 55% degli operatori dipende da energia (Assiom Forex)

Economia flash
Pubblicato il - 08 novembre 2022 - 15:02

Un 45% si aspetta rialzi in stipendi, prezzi beni e servizi (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 08 nov - La maggioranza degli operatori ritiene che la spinta dei prezzi sia legata soprattutto all'energia e che la perdita di potere di acquisto impedirà un forte aumento dei prezzi. E' quanto afferma il 55% degli operatori intervistati per il sondaggio di ottobre condotto da Assiom Forex fra i suoi associati in collaborazione con Il Sole 24 Ore Radiocor. Per il restante 45% degli intervistati, invece, nei prossimi mesi sarà inevitabile un adeguamento al rialzo degli stipendi e dei prezzi di beni e servizi. «A ottobre si è registrato maggiore ottimismo anche per quanto riguarda gli effetti inflattivi - commenta Massimo Mocio, presidente di Assiom Forex - per il 55% degli intervistati la spinta dei prezzi è legata soprattutto all’energia mentre la perdita di potere d’acquisto aiuterebbe a contenere un ulteriore aumento dei prezzi. Tutti fattori che dovrebbero pertanto portarci ad escludere un forte effetto di “secondo ciclo” di inflazione estesa a settori diversi dall’energetico e l’alimentare».Chi

(RADIOCOR) 08-11-22 15:02:45 (0476)ENE 3 NNNN

Economia flash
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
06 febbraio - 15:57
Mentre negli scorsi giorni la Regione Lombardia lanciava l'allarme con un calo del 44% delle riserve idriche rispetto alla media degli ultimi 15 [...]
Cronaca
06 febbraio - 15:22
Oltre al soccorso alpino impegnato anche il corpo dei vigili del fuoco di Dro la cui fotoelettrica si è rivelata preziosa nell'illuminare a giorno [...]
Cronaca
06 febbraio - 12:05
Una vicenda drammatica, nei giorni scorsi l'aspetto giudiziario si è chiuso con il proscioglimento degli  imputati, un'infermiera e un medico [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato