Contenuto sponsorizzato

###Tim: in cda ipotesi nomina Sarmi, intanto Agcom proroga su coinvestimento - Focus

Economia flash
Pubblicato il - 14 dicembre 2022 - 19:59

Attesa per tavolo tecnico a Mimit sulla rete (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 14 dic - Domani sul tavolo del cda di Tim tra i temi principali, secondo quanto si apprende, si attende il dossier nomine con la sostituzione prevista del consigliere dimissionario Frank Cadoret. L'ipotesi più accreditata è l'ingresso di Massimo Sarmi, già presidente di Fibercop, società della rete secondaria di Tim, nel board. Oggi, intanto, l'ad di Tim, Pietro Labriola, ha sottolineato, nel corso del suo intervento all'evento organizzato da Corcom Telco per l'Italia, che l'azienda "è viva", non è "morta", e che anzi si prevede di fare meglio del previsto nel 2022 e di migliorare i numeri nel 2023-25. Nell'occasione Labriola ha comunque ricordato che pesa su Tim il fardello del debito e che quindi è necessario vendere degli asset visto che non è possibile "organicamente" risolvere la questione. Aprendo il capitolo delle operazioni straordinarie, c'è attesa per l'incontro di domani, di natura tecnica, sul futuro della rete al Mimit con gli azionisti principali di Tim, ovvero Vivendi, che sarà rappresentata dall'ad, e consigliere di Tim, Arnaud de Puyfontaine e Cdp che dovrebbe essere rappresentata dall'ad di Cdp Equity, Francesco Mele.Sempre sul tema della rete in fibra, oggi l'Agcom, secondo quanto apprende Radiocor, ha deliberato di prorogare i termini del procedimento istruttorio sulla proposta di coinvestimento presentata da Tim, una strada percorribile alternativa alla cosiddetta rete unica, oggi chiamata dal governo Meloni, rete "nazionale". Si tratta, secondo quanto si apprende, di una proroga di carattere tecnico per permettere alla Commissione Ue di esprimere il proprio parere. Si susseguono, intanto le voci sull'interesse dei fondi per la rete di Tim, tra i quali, come riportato dall'agenzia Bloomberg, il fondo Gip. Kkr, già partner di Tim in Fibercop, ha da tempo mostrato interesse per il dossier del network e in passato aveva anche manifestato interesse anche per tutta l'azienda. Il progetto del Governo, ha chiarito ancora una volta oggi il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Alessio Butti, è quello di creare "una rete nazionale, a controllo pubblico wholesale only". Sulla necessità di consolidamento nel campo del mobile, tante volte invocato da Labriola, è tornato oggi anche l'ad di Iliad Italia, Benedetto Levi, che ha ricordato come la sua azienda è pronta ad avere una parte attiva e non passiva, pur non scendendo nei dettagli. Sim

(RADIOCOR) 14-12-22 19:59:49 (0660)INF 3 NNNN

Economia flash
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ambiente
31 gennaio - 05:01
Con la crisi climatica la gestione della risorsa idrica si sta facendo sempre più complicata (e strategica) per i territori: dalla fine del 2021 [...]
Politica
30 gennaio - 21:41
La Lega, Forza Italia, Associazione Fassa, La Civica, Autonomisti Popolari e Progetto Trentino da una parte, dall'altra parte c'è il partito di [...]
Montagna
30 gennaio - 20:20
Tempi di bilanci in Valsugana, il direttore dell'Azienda per il turismo d'ambito: "Importante rilancio sui Mercatini di Natale di Pergine [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato