Contenuto sponsorizzato

***Bce: Lane, dovremo alzare ulteriormente tassi, portarli in territorio restrittivo

Economia flash
Pubblicato il - 17 gennaio 2023 - 08:01

Lo ha detto in un'intervista a Martin Wolf sul Ft (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 17 gen - La Bce ha completato la prima fase della manovra di normalizzazione della politica monetaria portando i tassi verso un livello neutrale con il tasso sui depositi al 2% ma non ha ancora terminato il suo lavoro e dovrà continuare ad alzare i tassi portandoli in territorio restrittivo. Lo ha detto il capoeconomista della Bce Philip Lane in un'intervista con Martin Wolf pubblicata sul Financial Times in risposta a una domanda sul duplice rischio che deve affrontare la banca centrale, ovvero alzare troppo determinando una brusca frenata dell'economia o fare troppo poco favorendo una nuova fiammata dell'inflazione. La Bce - ha spiegato Lane - ha completato la prima parte del processo di normalizzazione ma non è ancora arrivata al punto in cui i due rischi diventano più "simmetrici". "Per questo - ha detto il capoeconomista - dobbiamo aumentare ulteriormente i tassi e portarli in territorio restrittivo. Una volta compiuti ulteriori progressi, i rischi diventeranno più bilaterali e allora dovremo bilanciare i rischi di fare troppo rispetto a quelli di fare troppo poco. Questo non è solo un problema che riguarderà il prossimo incontro o il prossimo paio di incontri ma sarà un problema per il prossimo anno o i prossimi due. È importante ricordare che ci incontriamo ogni sei settimane. Dovremo assicurarci di adottare un approccio dipendente dai dati, riunione per riunione, per assicurarci di adeguarci all'evoluzione dei due rischi". In concreto, ha aggiunto Lane, questo significa che "dobbiamo mantenere una mente aperta sul livello appropriato dei tassi di interesse". "Il grosso errore sarebbe mantenere una diagnosi errata per troppo tempo. Il rischio non è quello che accade in un incontro o in due incontri. Quello che è successo negli anni '70 è stata una diagnosi errata per un lungo periodo di tempo. La questione qui è la flessibilità in entrambe le direzioni, per assicurarsi che la politica venga adeguata in modo tempestivo, piuttosto che mantenere una visione fissa del mondo per troppo tempo".Cop

(RADIOCOR) 17-01-23 08:01:44 (0100)EURO 3 NNNN

Economia flash
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
19 maggio - 06:01
Lorenzo Moggio, amico d'infanzia di Chico e presidente del comitato "Una chance per Chico", racconta il suo rapporto epistolare. Le ultime e-mail [...]
Cronaca
18 maggio - 17:43
Cinque gli obiettivi strategici individuati con la finalità di fornire alla scuola trentina tutti gli strumenti per preparare sempre meglio [...]
Cronaca
18 maggio - 21:52
Un 44enne si è infortunato durante un'uscita con il canyoning. Complessa attività del soccorso alpino. Il ferito verricellato a bordo [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato