Contenuto sponsorizzato

Borsa: Europa apre cauta in attesa Bce, a Milano (-0,1%) sale ancora Saipem

Economia flash
Pubblicato il - 12 settembre 2023 - 09:23

In rialzo anche Stellantis e Tim, debole Iveco (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 12 set - All'indomani di una seduta brillante per l'Europa e per Wall Street, che ha tirato la volata all'Asia (Tokyo ha chiuso a +0,95%), le Borse del Vecchio Continente hanno provato ad aprire in rialzo, ma hanno subito perso tono, con gli occhi già puntati sul meeting della Bce di giovedì e della Federal Reserve, la settimana prossima. L'Eurotower sembra orientata a proseguire con una strategia aggressiva anche se il taglio alle stime di crescita da parte della Commissione Ue potrebbe aprire un dibattito a Francoforte su un possibile stop (seppur temporaneo) alla stretta, la Banca centrale americana appare invece già orientata a prendersi una pausa nei rialzi dei tassi. Intanto, gli investitori cercano nei dati macro (oggi quelli sull'inflazione in Spagna e lo Zew tedesco) indicazioni utili per fare previsioni, nella speranza che sia scongiurato il rischio di una recessione. Così Milano, in rialzo dello 0,2% nelle prime battute, scende dello 0,1%, Parigi è invariata e Londra sale dello 0,33%. Resta più indietro Francoforte (-0,24%), mentre Madrid e Amsterdam guadagnano lo 0,2%. Per quanto riguarda i titoli, sul Ftse Mib i movimenti sono poco marcati: le migliori sono Saipem (+1%), Stellantis (+0,92%), St (+0,79%) e Banco Bpm (+0,5%). Tim (+0,9%) è positiva, mentre secondo Il Sole 24 Ore la società sarebbe pronta a siglare con Open Fiber un accordo per la fornitura di infrastruttura nelle aree grigie. In coda Iveco (-0,36%) e Tenaris (-0,56%). Fuori dal listino principale accelerano Centrale del Latte d'Italia (+8,13%) e Newlat Food (+4%) dopo le rispettive trimestrali, mentre sono sotto i riflettori i titoli Mfe (Mfe A -0,17% e Mfe B -0,76%) dopo che i cinque fratelli Berlusconi hanno firmato l'accettazione dell'eredità e, come atteso, Marina e Pier Silvio assumono il controllo di Fininvest. Il petrolio è in leggero rialzo, in attesa dei dati sulle scorte americane: i future del Wti scadenza ottobre salgono dello 0,23% a 87,48 dollari al barile, quelli del Brent novembre dello 0,12% a 90,75 dollari. I contratti del gas naturale scambiati ad Amsterdam, dopo avere segnato una prima posizione in rialzo a 36 euro al megawattora, cedono l'1,87% a 35,17 euro. Sul valutario, l'euro passa di mano a 1,0727 dollari (1,0736 in avvio, 1,0704 ieri in chiusura) e a 157,513 yen (157,718 in apertura, da 157,84). Il cross dollaro/yen è a 146,853 (da 146,93). Infine, spread stabile a 175 punti, come alla vigilia, con il rendimento decennale al 4,38% dal 4,39% precedente.Ars

(RADIOCOR) 12-09-23 09:23:19 (0198)NEWS,ENE,PA,ASS 3 NNNN

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
19 maggio - 18:51
Il dramma intorno alle 16. Quando i soccorsi sono arrivati sul posto l'uomo era ancora vivo anche se senza sensi ma poco dopo la sua condizione è [...]
Cronaca
19 maggio - 17:16
L'allarme lanciato in occasione della Giornata Mondiale del Medico di Famiglia, che si festeggia oggi. “Il fenomeno si [...]
Cronaca
19 maggio - 17:51
Sul posto si sono portati i vigili del fuoco di Dro assieme ai soccorsi sanitari e ai carabinieri. Fortunatamente il motociclista non ha riportato [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato