Contenuto sponsorizzato

Borsa: Europa apre debole, Milano (-2%) schiacciata da tassa su extra profitti banche

Economia flash
Pubblicato il - 08 agosto 2023 - 09:21

Bper -11%, Banco Bpm -9% e Intesa Sanpaolo -7,6% (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 08 ago - Avvio in deciso calo per Piazza Affari con i titoli dei principali istituti di credito che non riescono a fare prezzo (e poi aprono in profondo rosso), zavorrati dalla notizia che ieri il governo ha approvato un Dl che prevede una tassa sugli extraprofitti delle banche. Deboli anche le altre principali Borse del Vecchio Continente. A Milano il Ftse Mib cede il 2%, a Parigi il Cac40 scivola dello 0,24%, a Francoforte il Dax40 dello 0,37%, a Madrid l'Ibex35 di mezzo punto percentuale, ad Amsterdam l'Aex dello 0,12% e a Londra il Ftse100 ha aperto in calo dello 0,44%. Sul fronte macro, l'inflazione tedesca di luglio è stata confermata al +0,3% su mese e al +6,2% su anno, quando sale l'attesa per l'inflazione Usa che sarà pubblicata giovedì, mentre venerdì sarà la volta dei prezzi alla produzione. Intanto, il surplus della bilancia commerciale cinese è salito oltre le attese, anche se l'export ha accusato una flessione del 14,5% su base annua contro una attesa di -13,2%: si tratta del calo più rilevante da febbraio 2020. A livello globale, gli investitori si chiedono quando la Federal Reserve comincerà a tagliare i tassi d'interesse, dopo undici rialzi in meno di un anno e mezzo. Un taglio dei tassi d'interesse è possibile nella prima metà del 2024, ma dipenderà dai dati, secondo John Williams, presidente della Fed di New York. Per Michelle Bowman, componente del board della Fed, potrebbero essere però necessari altri rialzi, se non si riuscirà a far scendere l'inflazione al 2%. A Milano, sono in profondo rosso i principali titoli bancari, Bper cede l'11%, Banco Bpm il 9%, Intesa Sanpaolo il 7,6%, Banca Mps il 6,9%, Unicredit il 6,2% e Mediobanca il 3,3%. In decisa flessione anche il risparmio gestito, Fineco -5,6%, Banca Mediolanum -5% e Banca Generali -2,7%. Sul mercato valutario l'euro è tornato sotto la soglia di 1,1 dollari passa di mano a 1,099 dollari (1,1002 ieri in chiusura). La moneta unica vale anche 157,232 yen (156,567), mentre il rapporto dollaro/yen è a 143,044 (142,309). In calo il prezzo del petrolio: il contratto consegna Ottobre sul Brent perde lo 0,56% a 84,86 dollari al barile e quello scadenza Settembre sul Wti lo 0,54% a 81,5 dollari al barile. Infine, ad Amsterdam il prezzo del gas scende dello 0,75% a 30,26 euro al megawattora. Fla-

(RADIOCOR) 08-08-23 09:21:21 (0215)NEWS,ENE,PA,ASS,UTY 3 NNNN

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 giugno - 19:34
“Assaje” si trova in largo Carducci a Trento nei locali che negli scorsi anni erano stati occupati, per un breve periodo, da Pescaria. I [...]
Cronaca
23 giugno - 19:31
E' successo a Manerba del Garda dove le forti piogge hanno causato dei grandi allagamenti. Disagi anche sulla Gardesana nel tratto tra Garda e [...]
altra montagna
23 giugno - 13:00
L'ingrossamento del Vénéon, un torrente dell'Isère, ha distrutto strade e sepolto intere case nel comune di Saint-Christophe-en-Oisans, nel [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato