Contenuto sponsorizzato

Borsa: Europa in risalita, a Milano (+1,5%) svetta Tim

Economia flash
Pubblicato il - 10 ottobre 2023 - 09:30

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 10 ott - Le Borse europee strappano il rialzo dopo le perdite della prima seduta settimanale, in attesa degli sviluppi del conflitto israelo-palestinese e delle mosse delle banche centrali, dopo le dichiarazioni arrivate da alcuni esponenti della Fed che lasciano presagire una possibile tregua sul fronte dei tassi. Piazza Affari apre in rialzo dell'1,52% con il Ftse Mib che recupera la soglia dei 28mila punti, Parigi segna +1,2%, con Francoforte e Madrid sulla stessa lunghezza d'onda. Resta alta l'allerta sul fronte energetico dopo la fiammata di ieri del petrolio, che tuttavia stamattina sta rallentando la sua corsa, mentre gli occhi degli investitori restano puntati sulle pressioni inflazionistiche e sulle politiche monetarie. Oggi sono attese ulteriori dichiarazioni da parte di vari membri della Fed e della numero uno della Bce, Christine Lagarde. Ieri il presidente della Fed di Dallas ha osservato come l'aumento dei rendimenti dei Treasury a lungo termine potrebbe ridurre la necessità di aumentare ulteriormente i tassi d'interesse. Giovedì sarà la volta del dato clou della settimana sull'inflazione Usa. In questo scenario restano i timori per la crescita economica, in particolare in Italia dopo l'allarme sulla tenuta dei conti pubblici. Oggi sono attesi i dati sulla produzione industriale ad agosto dopo quelli di ieri in Germania che hanno mostrato un lieve calo. A guidare gli scambi sul listino milanese Tim (+3,8%) in attesa del possibile nuovo incontro tra Mef e il socio Vivendi. Ben impostate anche Cnh Industrial (+2,35%), Ferrari e Stellantis (+2% per entrambe). I rialzi sono generalizzati a parte gli oil che frenano con Tenaris in coda a -0,95% ed Eni in flessione dello 0,7%. Ripiega il petrolio dopo il rally della vigilia con il Brent a 87,34 dollari (-0,9%) e il Wti a 85,65 (-0,95%). Sale invece del 5,3% il gas ad Amsterdam a 46,3 euro al MWh. Sul valutario, euro/dollaro poco mosso in area 1,055 (da 1,0547 ieri in chiusura), mentre il dollaro/yen sale a quota 149 e l'euro/yen avanza a 157,3. Dim

(RADIOCOR) 10-10-23 09:30:02 (0187)NEWS,ENE,PA,IMM,ASS 3 NNNN

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
25 maggio - 21:00
I numerosi avventori, quelli che hanno ormai piantato le tende (è proprio il caso di dirlo: sono ben 11 attualmente) nel giardino dell'università [...]
Montagna
25 maggio - 20:30
Il Comune di Cavalese ha approvato il posizionamento di una quindicina di termocamere lungo la strada di fondovalle. Il sindaco Sergio Finato: "In [...]
Montagna
25 maggio - 18:46
La notizia del rinvenimento (avvenuto ad aprile) di un lupo morto, presumibilmente ucciso da un colpo di fucile, corre veloce fra le contrade della [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato