Contenuto sponsorizzato

Borsa: Europa rialza la testa in avvio, a Milano (+0,7%) balza Saipem (+4,9%)

Economia flash
Pubblicato il - 20 gennaio 2023 - 09:26

In rialzo petroliferi e banche. Gas sotto 60 euro(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 20 gen - Wall Street teme la recessione visto il rialzo dell'inflazione e l'Europa ieri ha pagato una Bce determinata a proseguire con i rialzi dei tassi, ma le Borse europee provano comunque a rialzare la testa dopo lo scivolone della vigilia e partono in aumento, con l'obiettivo di rafforzare gli incrementi del 2023 (+6,48% il Ftse Mib). Gli investitori, già di buon umore per le notizie arrivate da Oltreoceano con il boom di abbonati di Netflix (il titolo sale del 7% nel premercato a Wall Street, nonostante il -91% dell'utile), si concentrano sulle prospettive dell'economia europea, che appaiono meno fosche di quanto si pensasse: anche la presidente della Bce, Christine Lagarde, ha descritto uno scenario non brillante per il 2023, ma migliore di quanto anticipato e con lo spettro di una grave recessione in allontanamento. In questo contesto, l'inflazione resta osservata speciale, tanto più che i recenti dati fanno sperare che il picco sia stato raggiunto. Così Milano sale dello 0,74%, Parigi dello 0,41% e Francoforte dello 0,31%, dopo il dato sui prezzi alla produzione in Germania (-0,4% a dicembre, +21,6% annuo, l'aumento maggiore dal 1949. Anche Londra sale dello 0,43%, nonostante il calo delle vendite al dettaglio (-1% a dicembre, -5,8% nell'anno, peggio delle stime). Madrid accelera a +1% e Amsterdam segna +0,3%. Per quanto riguarda i titoli, sul Ftse Mib svetta Saipem (+4,9%), che si è aggiudicata due contratti offshore per un importo complessivo di circa 900 milioni di dollari. Il rialzo del greggio (+0,97% i future del Wti marzo a 81,39 dollari al barile, +0,92% a 86,94 dollari quelli del Brent di pari scadenza) sostiene anche gli altri titoli petroliferi (Tenaris +1,47%, Eni +1,5%). In buono spolvero anche le banche (Bper +1,73%, Bpm +1,48%), mentre in coda scivola Amplifon (-2,7%), con Equita che ha rivisto le stime sui ricavi 2022-2023 alla luce delle recenti tendenze del mercato, attendendo un rallentamento del trend organico. Deboli anche Diasorin (-0,47%) e St (-0,72%), con il titolo che prende una pausa in vista della pubblicazione dei conti 2022, il prossimo giovedì. Sul fronte energetico, sono in calo i prezzi del gas naturale (ad Amsterdam i contratti febbraio cedono il 3% a 58,85 euro al megawattora). Sul valutario l'euro resta sopra la soglia di 1,08 sul biglietto verde e vale 1,085 dollari (da 1,0839 ieri in chiusura). L'euro/yen è a 139,707 (da 139,79 ieri) e il cambio dollaro/yen a 128,87. Infine lo spread è invariato a 172 punti, con il rendimento decennale in rialzo al 3,81% dal 3,77% del closing precedente.Ars

(RADIOCOR) 20-01-23 09:26:05 (0183)NEWS,ENE,PA,ASS 3 NNNN

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
22 luglio - 12:29
E' scomparso a 72 anni uno dei "pilastri" della società calcistica dell'Altopiano: nel 2009 era tornato per un breve periodo in panchina, guidando [...]
Cronaca
22 luglio - 11:32
A comunicarlo, in una nota ufficiale, la Provincia di Belluno. Secondo le prime analisi degli esperti dovrebbe essere un maschio adulto 
Cronaca
22 luglio - 11:51
L'uomo aveva 46 anni ed è morto dopo 4 giorni in ospedale. L'incidente è avvenuto il 15 e subito si era pensato a un malore
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato