Contenuto sponsorizzato

Conti pubblici: Istat, nel III trimestre deficit/Pil migliora a -4,7% -2-

Economia flash
Pubblicato il - 05 gennaio 2023 - 10:00

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 05 gen - "Il potere d’acquisto delle famiglie - spiega l'Istat - si è mantenuto in lieve crescita nonostante l’aumento del livello dei prezzi. Il forte aumento della spesa per consumi finali registrata nel trimestre ha rafforzato il sentiero di discesa della propensione al risparmio, che è scesa a livelli inferiori rispetto al periodo pre-covid". nel trimestre, inoltre, sono risultati sostanzialmente stabili la quota di profitto e il tasso di investimento delle società non finanziarie. Guardando all'andamento dei conti pubblici nel terzo trimestre, l'Istat segnala che le uscite totali sono aumentate del 5,7% rispetto al corrispondente periodo del 2021 e la loro incidenza sul Pil (pari al 51,9%) è aumentata in termini tendenziali di 0,5 punti percentuali. Nei primi tre trimestri del 2022 la relativa incidenza è stata pari al 51,8%, in riduzione di 1,8 punti percentuali rispetto al corrispondente periodo del 2021. Le uscite correnti hanno registrato, nel terzo trimestre 2022, un aumento tendenziale del 6,3% mentre le uscite in conto capitale sono aumentate in termini tendenziali dello 0,2%. Sull'altro versante le entrate totali nel terzo trimestre 2022 sono aumentate in termini tendenziali del 9,3% e la loro incidenza sul Pil è stata del 47,3%, in crescita di 2,1 punti percentuali rispetto al corrispondente periodo del 2021. Nei primi tre trimestri dell’anno, l’incidenza delle entrate totali sul Pil è stata del 46,3%, in crescita di 1,4 punti percentuali rispetto al corrispondente periodo del 2021. Le entrate correnti nel terzo trimestre 2022 hanno segnato, in termini tendenziali, un aumento del 9% Si registra, invece, una crescita delle entrate in conto capitale del 35,8%. Nel rendiconto relativo al terzo trimestre del 2022, l'Istat segnala anche che la quota di profitto delle società non finanziarie è rimasta invariata rispetto al periodo precedente, al 39,8%. Nello stesso periodo, il risultato lordo di gestione è aumentato dell’1,3%, il valore aggiunto dell’1,2%. Nel terzo trimestre del 2022, il tasso di investimento delle società non finanziarie è stato pari al 25%, in lieve diminuizione rispetto al trimestre precedente (-0,1 punti percentuali), a fronte di un aumento degli investimenti fissi lordi dello 0,8% e del sopra citato aumento del valore aggiunto. Cel

(RADIOCOR) 05-01-23 10:00:21 (0189)PA 3 NNNN

Economia flash
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ambiente
31 gennaio - 05:01
Con la crisi climatica la gestione della risorsa idrica si sta facendo sempre più complicata (e strategica) per i territori: dalla fine del 2021 [...]
Politica
30 gennaio - 21:41
La Lega, Forza Italia, Associazione Fassa, La Civica, Autonomisti Popolari e Progetto Trentino da una parte, dall'altra parte c'è il partito di [...]
Montagna
30 gennaio - 20:20
Tempi di bilanci in Valsugana, il direttore dell'Azienda per il turismo d'ambito: "Importante rilancio sui Mercatini di Natale di Pergine [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato