Contenuto sponsorizzato

Borsa: Europa giu' a meta' seduta con rebus tassi, Milano (-1,2%) sotto 30.000 punti

Economia flash
Pubblicato il - 17 gennaio 2024 - 13:10

A Piazza Affari resistono le banche, già il lusso (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 17 gen - Borse ancora in rosso, pur se sopra i minimi, a metà seduta, con il Ftse Mib (-1,2%) sceso sotto la soglia dei 30.000 punti per la prima volta dal 4 dicembre scorso. Il Pil cinese ai minimi in trent'anni, cosa che incide tra l'altro sulla pessima performance dei titoli della moda e del lusso europei, e soprattutto gli inviti a non cedere facili entusiasmi su un imminente taglio dei tassi in Eurozona che arrivano da Davos, tengono in scacco gli indici. Parigi cede l'1,18%, Francoforte l'1%, Madrid l'1,37% e Amsterdam lo 0,95%. Più indietro Londra (-1,72%), dopo il rialzo a sorpresa dell'inflazione (+0,4% a dicembre e +4% su anno). Tra l'altro, anche nell'Eurozona l'inflazione a dicembre si è confermata in rialzo al 2,9% su base annuale. I dati sull'inflazione superiori alle attese contribuiscono a spingere al rialzo i rendimenti dei titoli di stato, con il Gilt decennale britannico salito di 10 punti base al 3,921%, il massimo in un mese. Quelli del decennale italiano salgono al 3,85% dal 3,81% della vigilia, e quelli del Bund a dieci anni crescono di circa tre punti al 2,28% (lo spread tra Btp e Bund è a 157 punti, contro i 159 dell'avvio e i 156 del closing precedente). Sull'azionario milanese, viaggiano in territorio positivo le banche (Mps +1,1%, come Banco Bpm, Bper e Mediobanca +0,8%), mentre rallenta Tim (+0,18%), che in avvio era arrivato a +2,6% dopo il via libera del Governo alla cessione della rete a Kkr. Sotto pressione l'automotive (Stellantis -1,33%) e il lusso (Moncler -2,97%, Cucinelli -2,63%), settore particolarmente esposto alla Cina. Sul valutario, l'euro si indebolisce a 1,087 dollari, ai minimi da metà dicembre, (come in avvio, da 1,0924 alla vigilia), mentre il cambio con lo yen è a 160,603 (160,805 all'apertura, da 159,54). Il cross dollaro/yen è a 147,66 (da 147,81). Il petrolio è in discesa: i contratti del Wti febbraio perdono l'1,77% a 71,12 dollari al barile, quelli del Brent marzo l'1,52% a 77,11 dollari. I contratti del gas scambiato ad Amsterdam cedono il 3,9% a 28,49 euro al megawattora. Ars

(RADIOCOR) 17-01-24 13:10:50 (0366)NEWS,ENE 3 NNNN

Economia flash
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
23 febbraio - 17:06
La Pat aveva aderito alla Rete Ready nel 2017 con l'assessora Sara Ferrari. Dall'elezione di Fugatti non è stata più portata avanti alcuna [...]
Cronaca
24 febbraio - 09:58
Sono in totale tre le persone rimaste ferite nel grave incidente avvenuto poco prima di mezzanotte a Roncadizza. Sul posto i vigili del fuoco, le [...]
Ambiente
24 febbraio - 05:01
Da un lato ci sono i fatti: il Tar ha annullato la decisione della Provincia di Bolzano di abbattere 4 lupi ribadendo che prima bisogna mettere in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato