Contenuto sponsorizzato

Arco, querele incrociate fra candidati (VIDEO), Ottobre: “Accuse inaccettabili, la contro-denuncia di De Laurentis fa ridere i polli”

Si scalda la campagna elettorale arcense, tutto è iniziato per colpa di due video circolati sui social che hanno portato ad altrettante querele, De Laurentis: “Io non ho mai querelato nessuno per motivi politici”. Ottobre: “Sono stato accusato di voto di scambio, inaccettabile”

Di Tiziano Grottolo - 13 maggio 2020 - 15:53

ARCO. L’emergenza coronavirus ha fatto posticipare le elezioni che avrebbero dovuto tenersi alcuni giorni fa, il 3 maggio, invece le amministrazioni trentine saranno chiamate a rinnovare i rispettivi consigli comunali in un periodo compreso tra il 1° settembre e il 15 dicembre (QUI articolo). Questo fatto del tutto inedito ha messo in pausa anche la campagna elettorale, ma con l’avvio della “fase 2” anche i toni sono tornati ad alzarsi.

 

Questo almeno quelle che è avvenuto ad Arco dove due candidati alla poltrona di sindaco si sono querelati a vicenda (QUI per approfondire le complesse vicende politiche arcensi). Tutto è iniziato quando Roberto De Laurentis ha postato sulla sua pagina Facebook un video dal titolo “Il rinnovato amore fra nemici” dove attacca frontalmente il sindaco, Alessandro Betta, e l’altro candidato, nonché ex deputato, Mauro Ottobre. L’oggetto del contendere sono la Variante 15, portata poco tempo fa in consiglio comunale, e la deroga per l'ampliamento della casa di cura Villa Regina (QUI articolo).

 

“A me è venuto in mente quanto era intelligente il regime di una volta che instaurava il semestre bianco – afferma De Laurentis nel video – cioè quando 6 mesi prima di andare al voto si bloccavano le operazioni straordinarie e si andava avanti con la normale amministrazione. In realtà abbiamo visto votare la deroga a Villa Regina, con l’aiuto anche di altre persone non solo della maggioranza, abbiamo sentito che si vuole andare avanti portando le varianti al piano regolatore (…). E qui riscopro il piacere del semestre bianco quando questi lavori non venivano fatti perché erano sinonimo di campagna elettorale. Io ti faccio un piacere adesso ti concedo una deroga, una variante urbanistica, poi ti ricordi di me al momento del voto. Quello che se fossimo in Sicilia, Calabria, in Puglia in Campania si chiamerebbe voto di scambio. Molto probabilmente qui significa andiamo avanti con l’Amministrazione come se nulla fosse successo. E questa linea viene sostenuta anche con l’aiuto di quel consigliere dal cognome autunnale”.

 

 

 

 

Difficile non vedere, nell’ultimo passaggio, un riferimento all’attuale consigliere e candidato sindaco Ottobre che è andato su tutte le furie annunciando querela contro De Laurentis: “Si dice che avrei votato un delega urbanistica come voto di scambio, è inaccettabile – sottolinea Ottobre – nel momento in cui un imprenditore riesce a superare tutto l’iter burocratico ed è in regola non vedo perché non vada sostenuto, ho sempre avallato questo tipo di deroghe urbanistiche”. Questa la posizione del candidato che, sentendosi denigrato, ha scelto di denunciare l’avversario.

 

Dal canto suo De Laurentis ha annunciato una contro querela ai danni di Ottobre:Non ho mai denunciato nessuno per motivi politici, in un suo video vengo definito una persona indegna. Mentre da parte mia è stato fatto un ragionamento politico, nei miei confronti è stato rivolto un attacco personale. Onestamente – prosegue l’ex presidente degli artigiani – lo faccio pure malvolentieri perché non mi vanno questo genere di annunci e non ho la necessità di cercare visibilità in questo modo”. A stretto giro è arrivata la replica dell’ex deputato: “La sua querela fa ridere i polli, nel mio video non c’è alcun contenuto offensivo, la diffamazione non è uno metodo che mi appartiene e non fa parte del mio stile. A differenza di altri – conclude Ottobre – ho detto cose che poi si sono avverate senza però offendere nessuno, a differenza di altri”.

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 ottobre - 11:55

Il manifestarsi dei sintomi da Covid-19 nella famiglia di Nicola Canestrini ha portato l'avvocato a denunciare una situazione di disorganizzazione dell'Azienda sanitaria. Da giorni, infatti, le richieste di fare un tampone finiscono nel nulla, visto anche che a Rovereto non è possibile effettuarli a pagamento. "Disorganizzazione a marzo comprensibile, ora non più''

23 ottobre - 12:35

Sono numerosi gli utenti che stanno riscontrando problemi a navigare su internet e il blocco totale delle chiamate 

23 ottobre - 11:18

Il rapporto contagi/tamponi si attesta al 10% perché i test eseguiti sono stati oltre 2.800. Dato in linea con quello rilevato ieri nel vicino Trentino dove, però, si contano molti più morti (dalla seconda ondata sono già 18 contro i 3 di Bolzano)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato