Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, mozione di Dallapiccola: ''La Pat finanzi lampade e 'funghi' riscaldanti per bar e ristoranti: così i clienti potranno restare all'esterno in sicurezza anche d'inverno''

Una proposta semplice quanto efficace che permetterebbe agli esercenti di ''salvare'' la stagione come avvenuto in estate tra plateatici allargati e tavolini all'aperto. Con il freddo si dovrebbe, altrimenti, tornare al chiuso ma tra regole sul distanziamento e la paura del ritorno del Covid-19 il rischio che gli spazi coperti restino semi-vuoti appare molto concreto

Di Luca Pianesi - 22 ottobre 2020 - 13:19

TRENTO. ''Finanziare apparecchiature per l'irraggiamento di calore all'esterno dei locali''. Una proposta semplice ma di assoluto buon senso che potrebbe, davvero, aiutare gli esercenti trentini a restare aperti durante la stagione fredda garantendo loro reddito e giro di clienti e sicurezza e tranquillità agli avventori. La mozione è stata depositata questa mattina in consiglio provinciale dal consigliere del Patt Michele Dallapicola ed è stata firmata anche dalla consigliera Paola Demagri e da Ugo Rossi.

 

La richiesta parte dall'assunto che molti locali, soprattutto nei centri storici, in particolare i bar ma anche ristoranti e pizzerie, all'interno hanno dimensioni ridotte e tra regole anti-Covid e distanziamenti obbligatori rischiano di poter garantire solo pochi tavoli al chiuso. E anche per questi le preoccupazioni della cittadinanza, visto il continuo alzarsi della curva del contagio, potrebbero avere la meglio sulla voglia di consumare. Ecco allora l'idea: aiutare gli esercenti a mantenere all'esterno la clientela, come si faceva durante la bella stagione, salvando, così, anche la stagione invernale

 

''Ancora per qualche tempo la società e l'economia trentina saranno condizionate dalla presenza del Covid - spiega Dallapiccola nella sua mozione in favore di esercenti e clienti -. Le festività natalizie, nei loro aspetti economici, saranno colpite soprattutto dalla riduzione, quando non dall’assenza, dei Mercatini di Natale. Tra alcuni provvedimenti costituiti per mitigare i conseguenti danni economici, consideriamo estremamente saggia l'intenzione di permettere l’ampliamento, nella massima misura possibile, della superficie dei plateatici a servizio dei locali pubblici. Un solo intervento però non può bastare. Per questo si esorta la Giunta a proseguire nell’elaborazione e adeguata promozione, di un pacchetto complessivo di agevolazioni che siano davvero di facile intelligibilità e fruizione anche per il piccolo esercente''.

 

''Oltre a questo richiamo alla trasparenza - proseguono i consiglieri del Patt - e alla diffusione di informazioni, ci permettiamo di elevare il suggerimento per un provvedimento minore ma senz'altro interessante. Si valuti l'opportunità di finanziare apparecchiature per l'irraggiamento di calore all'esterno dei locali per intenderci riscaldatori come lampade al quarzo o 'funghi a gas'.  Permetteranno di gestire con migliore comfort la fruizione degli ampliati plateatici esterni. Migliorerebbero la qualità dell'accoglienza percepita dall’afflusso di turisti che comunque raggiungeranno i nostri centri in occasione delle festività natalizie''.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 novembre - 04:01

Un quadro completo della situazione epidemiologica che si potrebbe avere da lunedì: il ministero ha chiesto alle Regioni e alle Province autonome di comunicare i dati completi, così come di tenere separate le voci ''positivi da antigenici'' e ''positivi da molecolari'' e, finalmente, si farà forse chiarezza

28 novembre - 20:51

Sono 446 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 219 positivi a fronte dell'analisi di 3.955 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 5,5%

28 novembre - 22:40

Il conducente di 22 anni di Caderzone Terme ha improvvisamente perso il controllo del mezzo per finire contro alcuni alberi a lato strada e poi cappottarsi. Una 15enne è morta sul colpo, gravi gli occupanti dell'abitacolo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato