Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, ''Scientismo dogmatico protetto da nostro pluripresidente della Repubblica, che è la vera epidemia culturale di questo Paese", bufera sulla deputata Cunial

La deputata no-vax e già esponente del Movimento 5 stelle rischia l'accusa di vilipendio. Proteste in aula per le accuse gravissime, prendono posizione Partito democratico, Forza Italia e Italia viva

Pubblicato il - 14 May 2020 - 15:53

ROMA. A metà aprile era stata fermata mentre andava in spiaggia senza una valida motivazione e nonostante le restrizioni del Dpcm per fronteggiare l'epidemia coronavirus, questa volta rischia l'accusa per vilipendio al Capo di Stato (Qui articolo).

 

La protagonista è Sara Cunial (Gruppo misto), deputata No-Vax e già esponente del Movimento 5 stelle. Nel corso della dichiarazione di voto sul decreto Covid-19 la parlamentare si è esibita in una escalation di offese per passare da Bill Gates a Sergio Mattarella, presidente della Repubblica.

 

L'accusa della deputata prende le mosse dall'intenzione di Gates di finanziare il vaccino contro il coronavirus attraverso la sua fondazione che è riuscita a acquistare e distribuire milioni di vaccini in Africa. Una politica di aiuti e sostegno alle popolazioni più povere che per Cunial sarebbero un modo per esercitare una sorta di egemonia: "Una politica pro-vaccini che ha portato a sterilizzare milioni di donne nel continente africano. Il vero obiettivo di tutto questo è il controllo totale, il dominio assoluto sugli esseri umani ridotti a cavie e schiavi, violandone le sovranità e il libero arbitrio". 

 

Non solo, la deputata si è scagliata anche contro il premier Giuseppe Conte: "Noi fuori coi cittadini moltiplicheremo i fuochi di resistenza. Caro presidente, la prossima volta che riceve una telefonata dal filantropo Bill Gates la inoltri alla corte penale internazionale per i crimini contro l'umanità. Diversamente ci dica come dovremo giudicare l'amico avvocato che prende ordini da un criminale".

 

Non paga, Cunial ha attaccato anche Mattarella: "Lo scientismo dogmatico è protetto dal nostro pluripresidente della Repubblica, che è la vera epidemia culturale di questo Paese". 

 

Immediate le reazioni di protesta per le gravissime parole della ex pentastellata, mentre i deputati di Partito democratico, Forza Italia e Italia Viva hanno chiesto alla presidenza della Camera di acquisire le immagini dell'intervento per valutare se sussista il reato di vilipendio al Capo dello Stato, mentre Mara Carfagna ha spiegato che "sostenere teorie assurde e infondate nell'Aula di Montecitorio è grave, soprattutto in una emergenza sanitaria. Collegare fantomatici complotti al Capo dello Stato è indegno di un rappresentante istituzionale. Il presidente Mattarella è un solido presidio di libertà e democrazia".

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
20 aprile - 20:52
Emergono le prime misure contenute nella bozza del prossimo decreto legge per fronteggiare l'emergenza Covid. Alcune modifiche potrebbero [...]
Cronaca
20 aprile - 20:27
Trovati 85 positivi, comunicati 4 decessi nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 145 guarigioni. Sono 1.278 i casi attivi sul territorio [...]
Cronaca
20 aprile - 19:46
La diminuzione dei contagi consente una rimodulazione all’interno delle strutture sanitarie provinciali, con la possibilità per Borgo e Tione di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato