Contenuto sponsorizzato

Dal "torno a fare il legale" al "torno in Consiglio". Dal Medico ci ripensa: "Non voglio deludere chi mi ha dato fiducia"

Lo sfidante sconfitto al ballottaggio di Merano, Dario Dal Medico, ha deciso di ripensarci. Nelle ore immediatamente successive alla vittoria per 37 voti dell'uscente Paul Rösch, aveva comunicato la sua volontà di tornare al vecchio lavoro di legale, ma con il passare dei giorni pare essere tornato sui suoi passi. "Non vorrei deludere la fiducia che tanti hanno riposto in me e nel mio progetto. Parteciperò agli incontri programmatici con il sindaco"

Di Davide Leveghi - 08 ottobre 2020 - 09:36

MERANO. Rimanere in Consiglio o tornarsene al vecchio lavoro, mettendo da parte l'impegno di rappresentare la comunità? È questo il dilemma con cui, in queste ore, sembra confrontarsi il civico Dario Dal Medico, principale sfidante del sindaco uscente Paul Rösch uscito malconcio dal ballottaggio, dove ha perso per un vero e proprio “pugno” di voti (solo 37). Dopo l'uscita a caldo a margine della sconfitta, in cui prometteva di abbandonare la politica per dedicarsi interamente alla precedente occupazione, l'avvocato pare essere tornato sui suoi passi.

 

Ci ha ripensato, dunque, Dario Dal Medico. Il passaggio dalla cocente delusione della sconfitta al “rientro” in Consiglio comunale si può leggere attraverso i post su facebook, partendo dal 5 ottobre, quando conosciuto l'esito del ballottaggio, il leader delle civiche ringraziava gli elettori e dava notizia della sua scelta di mettersi da parte. Passata qualche ora, “tornato al mio lavoro di avvocato”, la “vasta mole di consensi” ricevuti deve averlo messo in crisi: lasciar perdere o prendere parte al prossimo Consiglio comunale?

 

Se rimane la delusione per la sconfitta, Dal Medico assicura a questo punto di non voler dare “l'impressione di deludere la moltissima gente che ripone evidentemente fiducia in me e nel mio progetto”. Arrivato mercoledì 7 ottobre, la comunicazione cambia così di segno. “Il primo dovere che ho con voi è quello della trasparenza – scrive in un messaggio bilingue – e in questo senso ritengo doveroso informarvi con chiarezza su quelli che sono gli sviluppi politici. Il sindaco Paul Rösch ha indetto per venerdì il primo incontro per valutare la formazione della giunta e l'idea del programma”.

 

Ho deciso di prendervi parte, sia per educazione sia in segno di rispetto per l'istituzione. Ma anche per suggellare la bellissima unità e la forte comunità di intenti delle tante persone che mi hanno sostenuto e mi sostengono – prosegue – tuttavia ho deciso di non prendere parte attiva a successivi incontri su nomine, incarichi eccetera: lascerò gestire questa interlocuzione alle forze politiche. Per rispetto a voi 7013 elettori che mi avete votato, aggiungo che non ho nulla da chiedere per me stesso, avendo combattuto questa battaglia per Merano e solo per Merano. Altre ne combatterò e sempre alla luce del sole. Seguirò naturalmente l'andamento della situazione, e soprattutto gli sviluppo programmatici che mi stanno particolarmente a cuore e sui quali sarà non semplice trovare intese con un sindaco che ha visto eroso in misura sensibile in proprio consenso e che dovrà necessariamente prenderne atto”.

 

Messe in chiaro le intenzioni, Dal Medico sembra dunque voler evitare ogni commento maligno sulla possibilità di rientrare in Consiglio comunale per un'eventuale carica nella giunta, visto che Rösch ha dato vita ai colloqui programmatici. Le indecisioni, per ora, paiono superate. Vedremo con il tempo se sorgeranno o meno nuovi “colpi di scena”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 gennaio - 20:46

Sono 236 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 35 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi comunicati 2 decessi. Sono 20 i Comuni con almeno 1 nuova positività

27 gennaio - 21:02

Il deputato della Lega ha incassato l'interessamento dell'associazione Millions of friend in Romania a valutare la possibilità di ospitare un orso attualmente rinchiuso al Casteller. Maturi: "Ora bisognerà comprendere le eventuali incombenze burocratiche e perfezionare eventuali accordi, ma possiamo serenamente affermare che da oggi c'è un cambio di passo"

27 gennaio - 19:08

Nella frazione tionese di Saone campeggia ancora una via dedicata al gerarca fascista Italo Balbo. Il responsabile trentino dell'Uaar Giacomini ha scritto una lettera aperta al Comune affinché si cambi: "E' una manganellata alla memoria dei trentini". Il sindaco di Tione Eugenio Antolini: "Se ci verrà posta la questione, valuteremo il da farsi"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato