Contenuto sponsorizzato

Giorgia Pizzini, 21 anni, non vedente, ottiene la delega per le pari opportunità: ''Per rendere Calliano più accogliente e inclusiva''

Un nuovo impegno per la giovane, il primo in aula consiliare dove sarà in prima fila per rendere Calliano comunità inclusiva, affrontando l’incarico nella sua vocazione più complessiva: differenze di genere, culturali, religiose, sessuali e quelle legate alla disabilità

Di Laura Gaggioli - 14 ottobre 2020 - 18:52

CALLIANO. Lunedì 12 ottobre si è riunito il primo consiglio comunale del rieletto sindaco Lorenzo Conci e, con l’occasione, sono state assegnate ufficialmente le deleghe a nuovi e confermati consiglieri: Giorgia Pizzini è uno dei nuovi volti dell'amministrazione. Con la delega alle pari opportunità, non vedente dalla nascita e soli 21 anni di età è la più giovane consigliera comunale di Calliano. Tuttavia, anche se giovane, la neo consigliera ha tante competenze e un curriculum da far invidia a molti colleghi più anziani: attiva e determinata è infatti attrice, cantante, studentessa di lingue e promotrice di tanti progetti che hanno coinvolto e sensibilizzato la cittadinanza.

 

Non mi aspettavo tutti questi voti (è stata la sesta più votata della sua civica con 56 consensi ndr) ma non ne sono stupita perché Calliano, con la sua giunta, è sempre stata una comunità molto aperta e interessata - confessa Giorgia che racconta - tutto è nato con un docufilm di cui io ero stata protagonista nel 2014 (allora quindicenne): 'Il colore dell’erba' di Juliane Biasi. Mi era balenata l’idea di proporne la proiezione al comune, ma in realtà, la richiesta di proiettarlo mi arrivò proprio dalla giunta. Da lì ogni altro progetto a cui ho partecipato è sempre stato frutto di una stretta collaborazione con comune e le varie associazioni”.

 

 

Giorgia si riferisce al progetto che ha portato la realizzazione di percorsi tattili a terra che garantiscono uno spostamento sicuro per persone con disabilità visive, o a quello della creazione di un’applicazione, insieme all’Istituto Fontana di Rovereto, in grado di segnalare, tramite bluetooth, la vicinanza a punti di interesse delle varie zone cittadine, o ancora all’esperienze di “bar al buio” che ha fatto sperimentare la cecità ad alunni e docenti.

 

Un nuovo impegno per la giovane, il primo in aula consiliare dove sarà in prima fila per rendere Calliano comunità inclusiva, affrontando l’incarico nella sua vocazione più complessiva: differenze di genere, culturali, religiose, sessuali e quelle legate alla disabilità.

 

Un esempio, quello di Giorgia, di come nulla nella vita debba essere considerato ostacolo alla realizzazione dei proprio progetti. Non vedente dalla nascita, infatti, non si è mai data limiti e anzi si è rimboccata le maniche e ne ha fatto un motivo in più per dare il meglio di sé stessa. Impegno che è pronta a giurare difronte al nuovo incarico: “Riuscire sempre a dare il massimo, nella maniera più costruttiva possibile, potendo contare su una squadra aperta e unita, tutto per rendere Calliano un luogo ancora più accogliente e inclusiva, non solo per le varie disabilità, ma per tutte le persone, a partire dai giovani''.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 15:31

Pauroso incidente lungo la strada provinciale 235, quattro persone coinvolte: i feriti elitrasportati in codice rosso all’ospedale Santa Chiara. Gravi disagi alla viabilità, sul posto sanitari, vigili del fuoco, carabinieri e polizia locale

28 ottobre - 14:22

Si è verificato un violentissimo tamponamento tra un furgone e un autoarticolato lungo la corsia di marcia. In azione la macchina dei soccorsi, ma le ferite riportate nello schianto si sono rivelate fatali

28 ottobre - 13:31

Per anni Gianni Planchestainer è stato anima e corpo del Moto Club Arco, l'ex pilota di motocross se ne è andato all'età di 77 anni: lascia la moglie Rita e i figli Alberta e Nicola

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato