Contenuto sponsorizzato

IL VIDEO. Zaia parla dei neonati morti e Salvini non riesce a smettere di mangiare una ciliegia dietro l'altra

Il video tratto dalla diretta Facebook per presentare la candidatura del governatore del Veneto alle prossime elezioni regionali è diventato virale scatenando molte critiche

Pubblicato il - 16 giugno 2020 - 11:58

VERONA. Zaia parla del dramma di neonati che si sono ammalati all'ospedale Borgo Trento a Verona e il Capitano mangia in maniera quasi compulsiva delle ciliegie, il tutto in diretta Facebook davanti a giornalisti e cittadini increduli. La scena si è svolta ieri a Verona all'osteria al Borgo di via Longhena. 

 

Doveva essere l'incontro tra Matteo Salvini e il governatore del Veneto Luca Zaia per confermare la candidatura del secondo alle elezioni in Veneto ma passerà alla storia per questa scena ai limiti del paradossale. Mentre il presidente di regione parlava con voce contrita e raccontava del dolore della drammatica situazione venutasi a creare proprio all'ospedale di Verona dove sono morti tre neonati a causa del Citrobacter il leader della Lega non riesce a frenarsi e senza mostrare alcun tipo di sensibilità per la vicenda che sta raccontando il suo compagno di tavolo continua senza sosta a mangiare.

 

La scena non è sfuggita ai presenti e su Twitter il video è stato rilanciato accompagnato da messaggi di critica verso il senatore leghista e da qualche minuto sta anche diventando virale su Facebook. 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.08 del 18 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 settembre - 13:12

Il 19 settembre 2019 il Parlamento europeo votava una mozione sull'importanza della memoria, suscitando diverse proteste tra gli ex comunisti (e gli storici) italiani, che gridarono alla banalizzazione della storia e a un'inaccettabile equiparazione tra nazismo e comunismo. Lo storico Marcello Flores D'Arcais: "Il documento, coi suoi limiti, esprime il desiderio dell'Europa di costruire un racconto comune del passato. Il clamore suscitato in Italia fu dovuto al rifiuto della storia in nome dell'identità"

19 settembre - 15:23
L'allerta è scattata intorno a mezzogiorno di oggi, sabato 19 settembre, all'altezza di via Caneppele a Roncafort. Si è verificato un violento impatto tra una moto e una vettura, i due centauri sono stati sbalzati a terra per ruzzolare sull'asfalto
19 settembre - 12:39

La Nasa ha annunciato l'inizio di un nuovo ciclo solare, il 25esimo da quando si è iniziato a tenere il conto nel 1755. "Noi osserviamo il nostro Sole con i telescopi da circa 400 anni. Già Galileo notò che, sulla sua superficie, appaiono con una certa regolarità quelle che oggi chiamiamo "macchie solari", punti più scuri dovuti dalla variazione del campo magnetico della stella. La loro presenza determina i cicli solari"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato