Contenuto sponsorizzato

Questione di genere tra i vigili del fuoco? De Col: ''Atteggiamenti diversi perché comandante donna e calo senso di appartenenza''. La replica: "Non è vero ma vigileremo"

Il vertice si è svolto a inizio di questo mese di dicembre, i sindacati Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl si sono incontrati con De Col, la dirigente del Servizio personale, Stella Giampietro, e la comandante dei permanenti, Ilenia Lazzeri, per fare il punto sulle priorità del corpo dei vigili del fuoco. Il numero uno della Protezione civile rassicura che non ci sono "differenze di trattamento" tra i vari corpi

Di Luca Andreazza - 10 December 2020 - 05:01

TRENTO. "Una richiesta a un maggior rispetto dei ruoli e mettere il comandante nelle migliori condizioni per lavorare". Così Raffaele De Col, dirigente generale della Protezione civile, nel corso di un incontro tra la struttura provinciale e i sindacati.

 

Il vertice si è svolto a inizio di questo mese di dicembre, i sindacati Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl si sono incontrati con De Col, la dirigente del Servizio personale, Stella Giampietro, e la comandante dei permanenti, Ilenia Lazzeri, per fare il punto sulle priorità del corpo dei vigili del fuoco. 

 

Nel corso dell'incontro il dirigente generale è intervenuto per sollecitare sul senso di appartenenza al corpo che nei vigili del fuoco vede scemare. I permanenti e le parti sociali hanno risposto che il personale è dedito alla propria attività e ha grande senso del dovere. "Ho chiesto una maggiore valorizzazione di questo aspetto e un rispetto della catena di comando. Ho notato - aggiunge De Col - una flessione in questo senso e quindi reputo necessario questa esortazione, un grado diverso di rispetto".

 

 Un'altra criticità segnalata da De Col riguarda l’atteggiamento che vede da parte di alcuni dipendenti nei confronti della comandante Lazzeri: "Un atteggiamento forse amplificato dalla questione di genere".

 

Anche in questo caso è stato risposto dai permanenti che non c'è una questione di genere nei rapporti con la comandante e che il ruolo apicale del comando è rispettato a prescindere dalla persona che ricopre la carica. I sindacati hanno comunque preso le distanze da eventuali comportamenti inopportuni e discriminatori nei confronti di tutti i componenti del corpo, per sostenere i valori dell'uguaglianza e della parità di genere. Si sono messi a disposizioni per interventi istituzionali per eliminare eventuali atteggiamenti in questo senso.

 

"Noto comportamenti diversi rispetto alle decisioni prese - prosegue il dirigente generale della Protezione civile - se queste fossero state ordinate da un uomo. Ritengo necessario che debba essere garantita una pari condizione di trattamento. Mi sembra che ci sia una minor inclinazione a lasciar passare determinate situazioni in confronto al passato. Riguarda ancora il rispetto, soprattutto della catena di comando. Ci tengo a precisare che non sono stati intrapresi provvedimenti formali e ufficiali; tutto è sotto controllo, ma non intendo sottovalutare determinate situazioni".

 

Il sistema di Protezione civile si è mostrato reattivo anche in questi ultimi giorni di maltempo. Pompieri che si sono messi a disposizione anche per coprire alcune carenze anche per il Numero unico delle emergenze. Un altro nodo è quello relativo alle criticità segnalate sul nucleo elicottero e una "differenza di trattamento" sui mezzi della caserma.

 

C'è tensione poi a Rovereto per una sede inagibile da mesi. C'è poi un parco macchine in generale da rinnovare. Ormai un cliché quello degli interventi vintage e sono tante le segnalazioni che arrivano, anche dai cittadini, che si vedono "sfrecciare" mezzi ormai d'epoca per correre dove serve (Qui articolo). Anche i volontari soffrono di veicoli non sempre in linea con le esigenze.

 

L'intenzione è quella di intervenire, si parla di cambiare almeno due mezzi e nel bilancio di previsione triennale del 2018 erano stati messi a bilancio 915 mila euro, più 915 mila euro per una nuova autoscala e una nuova autogrù, mentre più recentemente è stato deliberato uno stanziamento di 600 mila euro per due autoscale (Qui articolo). 

 

L'anno scorso sono stati almeno cinque i bandi andati a vuoto per l'acquisto di nuovi mezzi dei vigili del fuoco permanenti e di alcuni corpi volontari. Tutto in stand by e la frase ''appalto non aggiudicato in quanto non è pervenuta alcuna offerta'' che era diventata fin troppo ricorrente. Diversi i tentativi di acquisto di nuovi mezzi, anche per il corpo permanente, ma che sarebbero andati praticamente deserti e intanto i veicoli dei ruggenti anni '80 sono chiamati a compiere diversi straordinari in attesa della modernità (Qui articolo).

 

"Un passo per volta e la volontà è quella di intervenire per garantire la massima efficienza. Abbiamo aperto le offerte per due autoscale e per altri mezzi dei volontari. Speriamo di poter arrivare ai veicoli nell'arco di un anno e siamo in fase di rinnovo anche del polisoccorso. Ci sono le giuste rimostranze e cerchiamo di accogliere i suggerimenti nel limite del possibile. Tutte le figure sono importanti - conclude De Col - tutti devono stare dalla stessa parte per far funzionare il sistema di soccorso. Forestale e permanenti, elicotteri e volontari, centrale del 112 sono fondamentali ma nessuno deve prevaricare gli altri per ordine di importanza". 

 

Il prossimo appuntamento è per il 15 dicembre per un primo confronto sull'ordinamento professionale, un percorso che viene definito lungo perché questi aspetti sono prettamente trentini e si discostano parecchio da quelli nazionali. Capitolo assunzioni: uscito il bando per il nucleo elicotteri e, normative Covid-19 permettendo, entro fino gennaio dovrebbe uscire quello per i vigili del fuoco. Sono in fase di elaborazione i fabbisogni di personale. Non sono previsti stanziamenti per il rinnovo del contratti collettivi del pubblico impiego, nessuna eccezione per quello del personale dei pompieri.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
16 settembre - 20:13
Trovati 26 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 19 guarigioni. Sono 20 i pazienti in ospedale, di cui 1 ricoverato in [...]
Economia
16 settembre - 20:55
Dopo le parole del rettore Flavio Deflorian ora è stata  spedita al presidente della Provincia di Trento una lettera aperta in cui si [...]
Cronaca
16 settembre - 20:26
I dati pubblicati da Fondazione Gimbe confermano l'efficacia dei vaccini nel ridurre decessi (96,3%), ricoveri ordinari (93,4%) e in terapia [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato