Contenuto sponsorizzato

UpT e Azione si alleano, in testa alla lista Maule e Flor: "Sosteniamo Ianeselli come candidato sindaco"

Una lista che gioca molto sulla denominazione dei due partiti politici: ""Azione", perché c’è bisogno di una città dinamica, competitiva, efficiente.“Unione”, perché nessuno può vincere le sfide difficili di questo tempo se non assieme agli altri, con spirito di comunità e di solidarietà"

Pubblicato il - 22 febbraio 2020 - 20:30

TRENTO. In vista delle comunali del 3 maggio, i partiti Unione per il Trentino e Azione hanno deciso di formare una nuova alleanza mettendo in testa alla lista due donne: l'uscente assessora all'istruzione e alla smart city, Chiara Maule, e l'imprenditrice Giovanna Flor, titolare dell'industria alimentare Bauer, già consigliera delegata di Trentino Sviluppo.

 

Una lista frutto dell'incontro di ideali tra Unione per il Trentino, fondata 12 anni fa da Lorenzo Dellai, e Azione, il partito lanciato dall'ex ministro allo Sviluppo economico ed europarlamentare, Carlo Calenda. I vertici dei due partiti giocano molto sulla denominazione dei due soggetti politici. Infatti, nel loro documento politico, sottolineano come “azione” e “unione” oltre ad essere i nomi dei due movimenti, al tempo stesso siano i due valori che desiderano proporre a tutta la città. "“Azione”, perché c’è bisogno di una città dinamica, in movimento, aperta al nuovo, competitiva, efficiente. Come si richiede alla piccola Capitale di una speciale Comunità Autonoma, autorevole interlocutore istituzionale del governo provinciale. “Unione”, perché nessuno può vincere le sfide difficili di questo tempo se non assieme agli altri, con spirito di comunità e di solidarietà", come scrivono.

 

Il programma ha tra gli obiettivi quello di sostenere con convinzione Franco Ianeselli alla carica di sindaco. "Noi sosteniamo il Candidato Sindaco Franco Ianeselli, che riteniamo persona affidabile, preparata, equilibrata. Un “Sindaco” capace di interpretare non solo tutta la coalizione nuova e plurale che lo sostiene, ma tutta la Città, nella ricchezza delle sue mille diversità e nella costante ricerca di ciò che la unisce e la fa essere unica e irripetibile. Un “Sindaco” lontano - per carattere e per convinzione - dai modi sguaiati e dai contenuti violenti e divisivi tipici della destra leghista e dei suoi alleati. Un “Sindaco” capace di testimoniare quella “mitezza” che recentemente - proprio a Trento - il Presidente della Repubblica ha indicato a tutti come cifra essenziale della politica e della vita democratica, nonché come segno della vera “forza".

 

La lista desidera promuovere Trento come città giovane, dinamica e, soprattutto, inclusiva: “Una città è solidale se le persone si sentono “a casa loro”, oltre ogni diversità di storia, lingua, cultura e colore della pelle; se diventa il luogo concreto di quella concezione della democrazia che non è solo regole, ma sforzo comune contro la disuguaglianza e la marginalità. La nostra Lista è frutto dell’incontro tra la tradizione popolare di ispirazione cattolico democratica e la tradizione liberal democratica e riformista. Due culture politiche che hanno rappresentato una parte importante della storia politica dell’Autonomia Trentina e della città. Crediamo al valore delle culture politiche, senza le quali si rischia l’arido pragmatismo, privo di visione e di anima. Ma esse devono innovarsi e trasformarsi, non guardare alle formule del passato".

 

E poi: “Vogliamo che Trento diventi più bella; più solidale con le persone e con l’ambiente; più europea. Una città è bella se unisce in una comune trama di qualità il suo Centro Storico, i suoi Nuclei di Antica Origine (ex Comuni, ora sobborghi), i suoi spazi “intermedi”, solitamente chiamati periferie, ma che devono diventare la “città nuova”; i suoi rapporti di mobilità con il territorio delle Valli e delle Dolomiti”.

 

Una lista che vuole essere uno spazio libero e aperto, pronto a fare squadra con i cittadini: "Ci proponiamo a tutte le persone di buona volontà - oltre ogni etichetta di appartenenza - che siano disponibili a partecipare con noi al servizio verso la Città in un momento così importante. Sono queste persone - ben simboleggiate al centro del nostro logo - i veri protagonisti della nostra scommessa, al servizio della quale i nostri due movimenti politici hanno deciso di mobilitarsi".

 

Alla presentazione della nuova lista hanno preso parte anche Renato Tomasi (ex assessore e ora consigliere comunale uscente del Cantiere/Upt) e che sarà candidato, e Laura Scalfi per Azione. In lista sono annunciati diversi giovani.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 21 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
22 gennaio - 20:40
L'incendio si è sviluppato intorno alle 19.30 e subito sul posto sono stati chiamati i pompieri della zona ma le operazioni di spegnimento [...]
Cronaca
22 gennaio - 19:04
Daniela combatteva fin da bambina con una rara malattia neuromotoria e da qualche anno era costretta sulla sedia a rotelle: non ha però mai perso [...]
Cronaca
22 gennaio - 17:33
Il dramma è avvenuto nel primo pomeriggio lungo un sentiero verso Malga Lodranega in Val Breguzzo ma, al contrario di quanto diffuso dagli altri [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato