Contenuto sponsorizzato

A Verona la lista di +Europa e Azione a sostegno di Damiano Tommasi per l'esordio della federazione in Veneto

Sarà la Città scaligera il palcoscenico per l'esordio in Veneto della federazione tra Azione di Carlo Calenda e +Europa, il partito fondato da Emma Bonino e Benedetto Della Vedova: “Tra le priorità rilanciare Verona in chiave Europea”. La nuova lista in appoggio del candidato sindaco (ed ex centrocampista della Roma e della nazionale italiana) Damiano Tommasi

Di F:S. - 13 aprile 2022 - 18:10

VERONA. Un rilancio della città “in chiave europea”, la valorizzazione dei suoi “asset strategici” ma anche “la cancellazione dell'immagine distorta che si è delineata nel tempo” sui temi di accoglienza ed inclusività: la federazione tra Azione di Carlo Calenda e +Europa, il partito fondato da Emma Bonino e Benedetto della Vedova, appoggia a Verona la candidatura di Damiano Tommasi come “forza propulsiva ed innovativa della coalizione di centro sinistra e del progetto Rete!”.

 

A riportarlo sono Lorenzo Dalai e Marco Wallner (rispettivamente coordinatore di +Europa Verona e segretario provinciale di Azione con Calenda), che con la presentazione ufficiale del simbolo della federazione hanno confermato di correre insieme con una lista in appoggio al candidato sindaco (ed ex centrocampista della Roma e della nazionale italiana) Damiano Tommasi. La lista, con tutti i relativi candidati, verrà ufficialmente presentata nei prossimi giorni.

 

Come detto, tra le priorità elencate dai due segretari provinciali figurano “un rilancio di Verona in chiave europea, la valorizzazione degli asset strategici della città, in primis Agsm, Fiera e Aeroporto” che devono tornare “a ricoprire un ruolo di leadership a livello nazionale” e “l'approvazione di misure economiche urgenti a sostegno di imprese e famiglie colpite dall'attuale rialzo dei costi dell'energia (ad esempio l'abbassamento della Tari e l'aumento della no tax area sull'addizionale comunale Irpef)”.

 

Tra i temi toccati dai due segretari infine anche “la cancellazione dell'immagine distorta che si è delineata nel tempo: in riva all'Adige, infatti, si è sempre stati accoglienti e inclusivi fin dai tempi di Cangrande della Scala”.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 5 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
06 luglio - 11:41
Alessandra De Camilli è scampata alla tragedia sulla Marmolada ed è stata ricoverata all’ospedale Santa Chiara di Trento, il compagno invece è [...]
Cronaca
06 luglio - 10:31
Dopo essere stato distrutto da una valanga a dicembre 2020 il rifugio Pian dei Fiacconi sul versante nord della Marmolada non ha più [...]
Cronaca
06 luglio - 11:36
L'autoscala dei pompieri è stato tamponato da un camper, il conducente però non si è fermato e ha continuato il viaggio. L'appello dei vigili [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato