Contenuto sponsorizzato

Casa Pound apre una nuova sede a Riva. All'inaugurazione anche il sindaco di Avio Secchi (ricordato per il saluto romano)

PD e Anpi preoccupati: "Nella nostra Riva ci sono forze estremiste che tentano di avvelenare l’aria prendendo addirittura casa". Il sindaco di Avio, ex vigile urbano di Arco, tra gli ospiti per l'apertura del 30 settembre

Di db - 27 settembre 2017 - 06:35

RIVA DEL GARDA. Dopo Bolzano, dopo Trento, a Riva del Garda nascerà la terza sede di Casa Pound della regione. Il luogo esatto non è ancora stato comunicato, le prime voci di una possibile collocazione nella zona adiacente alla chiesetta di San Tomaso sono smentite dagli stessi proprietari dell'immobile apparso ieri nelle fotografie di Trentino e L'Adige

 

L'Adige che oggi svela una nuova ubicazione: si tratterebbe di un locale in San Lazzaro, ma nemmeno questa sembra essere corretta. Gli stessi esponenti del movimento di estrema destra negano questa nuova indiscrezione e continuano a mantenere segreta la dislocazione della futura sede.

 

Il 30 settembre ci sarà comunque l'inaugurazione, con tanto di pranzo e cena, brindisi e conferenze con ospiti più o meno illustri. Tra questi Andrea Bonazza, consigliere comunale di Bolzano di Casa Pound che inaugurerà ufficialmente la nuova sede con l'esponente di punta di Riva del Garda Matteo Negri.

 

Nel pomeriggio ci sarà anche un incontro dal titolo "Trentino isola felice? - confronto su immigrazione e malagestione". Interverranno gli stessi Negri e Bonazza, il leader trentino del movimento Filippo Castaldini e Federico Secchi, sindaco di Avio.

Federico Secchi è persona nota nel Basso Sarca. Prima dell'elezione a primo cittadino aviense, Secchi era vigile urbano ad Arco. Delle sue vicinanze ai movimenti di estrema destra ne parlano le cronache di qualche anno fa, quando fu immortalato mentre, ai funerali dell'ex repubblichino Libardi, deponeva sulla bara del defunto la bandiera della Repubblica sociale.

 

 

In quell'occasione sfoggiò un saluto romano che destò sconcerto. Seguirono polemiche da parte delle forze politiche allora presenti in Consiglio comunale, polemiche però mai sopite se anche oggi nella discussione attorno all'apertura della nuova sede il pdf dell'articolo pubblicato dal Trentino e la foto scattata da Fulvio Fiorni (al tempo fotografo della testata) sono agli atti delle riunioni di partiti e associazioni che si oppongono all'arrivo in città di Casa Pound.

foto Fulvio Fiorini pubblicata sul 'Trentino' il 12 giugno 2007
foto Fulvio Fiorini pubblicata sul 'Trentino' il 12 giugno 2007

Tra chi si oppone all'arrivo di Casa Pound il Pd locale che in un comunicato stampa scrive questo: "Riva del Garda è da sempre città europea, aperta al mondo. La sua apertura consente ogni anno a milioni di persone di visitare la nostra bellezza naturale e culturale ed è grazie a questa apertura che i cittadini rivani si sono arricchiti e hanno trovato occupazione".

 

"Riva non conosce muri e non conosce la cultura dell’odio. In Europa tuttavia tira un vento nazionalista e xenofobo - scrivono i democratici -  le recenti elezioni in Francia e Germania hanno confermato l’avanzata di forze estremiste che si incardinano fuori dall’arco costituzionale, e anche nella nostra Riva ci sono forze estremiste che tentano di avvelenare l’aria prendendo addirittura casa". 

 

"A Riva - prosegue il comunicato -  la cultura della Pace, dell’integrazione, degli scambi culturali, dei gemellaggi continuerà ad essere la stella polare. C’è chi vive fomentando paura ed insicurezza ed inventando nemici perché non è in grado di produrre nulla di sano".

 

"Noi respingiamo questi disvalori e terremo ben alta l’attenzione sulla barbarie. I nostri sforzi raddoppieranno - conclude la nota inviata alla redazione dal segretario del Pd rivano Gabriele Hamel -  alla banalità del male risponderemo con la Cultura e con la buona azione amministrativa. E continueremo ad occuparci delle speranze delle persone. Ora più di prima".

 

Parole dure arrivano anche dal segretario dell'Anpi dell'Alto Garda e Ledro Gianantonio Pfleger: "La mancanza di cultura e di conoscenza storica, e la mancanza di umanità, porta a questi obbrobri. Inneggiano al fascismo, a Mussolini, sono razzisti e dove arrivano loro si registrano episodi di aggressioni e violenze".

 

"Se dovesse succedere questo anche a Riva del Garda - afferma Pfleger - mi auguro che non solo la magistratura ma anche tutte le forze politiche democratiche sappiano reagire. Con loro - continua l'esponente dell'Anpi - è impossibile qualunque forma di dialogo, qualunque interlocuzione".

 

Questa la replica di Casa Pound al Pd: "Non ci sorprende la reazione dei consiglieri del PD di Riva, personaggini delicati, propensi alla paura e allo sdegno - queste le dichiarazioni di Matteo Negri, portavoce di CasaPound Riva del Garda - siamo sinceramente dispiaciuti che il nostro nuovo traguardo politico abbia preoccupato e disturbato i consiglieri democratici del PD e i loro vicini. Purtroppo riteniamo che l'unica arma che hanno per nascondere il loro clamoroso fallimento politico rimanga la censura più abbietta, e la difesa dei valori democratici si riduce ad una selezione tra chi può stare al loro tavolo e chi no, si riduce ad accuse a persone come il sindaco Secchi, colpevoli solo di avere ancora il coraggio di riconoscersi nei valori della libertà".

 

"Quello che però i politici come i consiglieri PD e altri sono lontani dal comprendere - prosegue la nota - non saranno mai le loro stantie regole repressive a stabilire i nostri limiti o infettare i nostri sogni, anche perché le loro noiose regole che non riconosciamo, sembrano create apposta per essere infrante".

 

"Saremo come sempre attivi, preparati, instancabili - conclude la nota - saremo sempre nelle strade della nostra città che loro non hanno mai vissuto, al fianco dei concittadini che per anni hanno riposto fiducia e rispetto nelle nostre battaglie; saremo nelle sale della città a dibattere riguardo a politica, solidarietà e cultura, saremo nella nostra nuova sede, sudata, guadagnata e autofinanziata e a questi viziati piagnucoloni del centrosinistra non rimane che brontolare dinnanzi ai nostri gioiosi brindisi dedicati all'ennesimo traguardo raggiunto".

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 settembre - 05:01

I deputati Sutto e Binelli alle comunali hanno raccolto rispettivamente 45 e 113 preferenze, avrebbero dovuto tirare la volata ma alla fine sono stati trascinati in Consiglio dai candidati locali. Male le candidate sindache leghiste Cattoi ad Ala, Ceccato a Lavis e Parisi a Comano: nessuna supera supera il 30%

25 settembre - 20:18

La mappa del contagio comune per comune. Oggi in Alto Adige è stata chiusa la prima scuola della regione per un focolaio tra gli studenti

25 settembre - 19:15

Preoccupa il ritorno dei contagi, soprattutto in vista della stagione invernale e sulle piste da sci. Il consigliere del Patt Dallapiccola deposita un’interrogazione: Finora questa Giunta non ha dato dimostrazione di particolare prontezza di riflessi e di efficacia nelle risposte ai problemi che via via si presentano”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato