Contenuto sponsorizzato

Al biologo Anthony Hunter il Premio internazionale Pezcoller per l'oncologia

Nel 1979 ha scoperto una nuova classe di enzimi e grazie a questo si è riusciti a sviluppare dei nuovi farmaci antitumorali

Pubblicato il - 12 marzo 2018 - 12:45

TRENTO. E'  Anthony Hunter, biologo inglese, che riceverà quest'anno il Premio internazionale Pezcoller per l'oncologia. Ad annunciarlo è stato oggi il presidente della Fondazione Pezcoller, Enzo Galligioni.

 

Laureato in biologia a Cambridge, il prof. Hunter vive e insegna negli Stati Uniti dal 1971 nell'università San Diego in California e dirige l'istituto Salk

 

Nel 1979 ha scoperto una nuova classe di enzimi che hanno un ruolo fondamentale nella regolazione di molte funzioni delle cellule tumorali. Grazie a questa scoperta si è arrivati allo sviluppo di una nuova classe di farmaci antitumorali.

 

Hunter ha all'attivo oltre 600 pubblicazioni scientifiche. Il prossimo 19 maggio al Teatro Sociale di Trento ci sarà la consegna del premio

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

06 luglio - 19:07

Come il 14 giugno anche ieri il nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco è dovuto partire dalla caserma di Trento e raggiungere l'elicottero via terra. Impressionante il VIDEO che vi mostriamo dove si vede il secondo mezzo (il loro) che arriva quando ormai non c'è più nulla da fare. Degasperi: ''Dopo la prima tragedia avevo interrogato l'Aula per sapere perché non si sta facendo come si è sempre fatto negli anni passati. Nessuno mi ha risposto e ora c'è stato un altro morto con una dinamica identica. Va individuato il responsabile e gli va fatto cambiare lavoro''

06 luglio - 15:45

I controlli si sono concentrati in Val d’Ega, Sarentino, Renon, passo Lavazè, Val Gardena e nelle località di Corvara in Badia e Armentarola 

06 luglio - 16:28

In fase Covid-19 l'uomo era stato trasferito ai domiciliari nella casa di lui e lei e questo aveva scioccato la famiglia di Eleonora che da quasi un anno chiede giustizia per la barbara uccisione della giovane donna. Negli scorsi giorni la perizia ha confermato che l'uomo è capace di intendere e volere e ora rischia l'ergastolo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato