Contenuto sponsorizzato

Lutto nel mondo accademico e culturale trentino, si è spento il professor Klaus Haagen

Aveva 76 anni ed era approdato all'Università di Trento nel 1976. Da tempo conviveva con il Parkinson

Pubblicato il - 16 novembre 2020 - 09:34

TRENTO. E' lutto nel mondo accademico e culturale del Trentino. Il professor Klaus Haagen si è spento a 76 anni.

 

Haagen nato in Slesia aveva studiato statistica all'Università di Monaco e nel 1976 aveva iniziato il suo percorso accademico all'Università di Trento. Esperto di neuroscienza e ordinario di statistica matematica ad Economia, da tempo conviveva con il Parkinson.

 

Una situazione, quest'ultima, alla quale il professor Haagen aveva dedicato anche un libro “Pensare, solo questo rimane. Dialogo fra un uomo senza corpo e il suo cervello”.

 

Un testo nel quale viene raccontata la vita di un uomo che, affetto dal morbo di Parkinson, non ha mai smesso di guardare in faccia la vita. Una testimonianza del professore, scopertosi malato a 37 anni con un tremore al braccio destro e al sinistro.

 

Descrive la suo personale guerra contro l'ambiente esterno e l'incomprensione con cui si è dovuto confrontare.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 gennaio - 17:12

E' uno dei ponti più importanti che ci sono al confine tra Lombardia e Trentino. Siamo tra Lodrone e Bagolino e da anni il consigliere Marini chiede risposte alla Pat: ''L’unica realtà tangibile è che il ponte nuovo, ultimato nel 2017 al prezzo di alcuni milioni di euro pubblici, non è mai stato aperto, mentre quello del 1906 che tiene in piedi praticamente tutto il traffico abbisogna di interventi urgenti perché ormai cade a pezzi''

25 gennaio - 13:34

Una questione che prosegue da ormai diversi anni. Mentre la Provincia di Trento è riuscita a portare avanti l'apertura della strada fino al confine con il Veneto, arrivando a circa 3 chilometri dal rifugio, dall'altro la Provincia di Vicenza, non ha provveduto a fare l'intervento per i chilometri di sua competenza

25 gennaio - 10:28

Nel corso della Giornata della memoria verranno consegnate le medaglie d'onore ai cittadini italiani, militari e civili, che durante il secondo conflitto mondiale hanno dovuto subire la deportazione e l'internamento nei campi nazisti

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato