Contenuto sponsorizzato

DiVinNosiola, la guida de Il Dolomiti tra Ecorunning e Rito della spremitura, la storia del Nosiola e Vino Santo e le recensioni del Nereo

Un viaggio in Valle dei Laghi per scoprire tradizioni e appuntamenti nella kermesse dell'Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi. Tanti gli appuntamenti tra trekking e mostre, visite alle centrali idroelettriche del gruppo Dolomiti Energia. Imperdibili le recensione del grande giornalista Nereo Pederzolli
Contenuto sponsorizzato
Pubblicato il - 13 aprile 2019 - 12:22

Entra nel vivo la kermesse "DiVinNosiola", l'evento dedicato alle uve bianche della Valle dei Laghi e ai prodotti enologici di qualità che ci regalano. Tra i passaggi più importanti di questa tradizione è il Rito della spremitura della uve appassite. E poi le recensioni del grande giornalista Nereo Pederzolli ha recensito due ristoranti uno gourmet (i ''Hosteria Toblino'') e uno più casalingo (il ''Stella Alpina'') e poi la storia del vino Nosiola e Santo.

 

Quest'anno l'appuntamento con il Rito è fissato per sabato 13 aprile alle 17 all'azienda agricola Gino Pedrotti di Cavedine, una cornice nuova, rispetto alle ultime edizioni della rassegna organizzata dall'Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi. Ad avviare la cerimonia è il Gran maestro della Confraternita della vite e del vino di Trento con la regia dell’Associazione vignaioli del vino santo Trentino Doc.

 

Un evento molto articolato che prevede laboratori didattici per i bambini con l'Ecomuseo, trekking, una mostra a Palazzo Roccabruna, la possibilità di visitare le centrali elettriche del gruppo Dolomiti Energia e tanti appuntamenti proposti dalla Strada del vino e dei sapori del Trentino. Ma sono davvero tante le realtà impegnate in questo evento di punta per la Valle dei Laghi, che riesce a orbitare anche sul capoluogo. 

 

E il programma di sabato 13 aprile non finisce qui. La giornata inizia, infatti, con un appuntamento riservato ai cultori di vino santo, con una degustazione verticale di sette annate da ricordare, quella del 1967, 1977, 1982, 1985, 1996, 2002 e 2011. Un incontro coordinato dal giornalista e scrittore Alberto Folgheraiter e dall'esperto sommelier Massimo Zanichelli.

 

Tra i momenti clou ecco la quarta edizione di "DiVinNosiola Ecorunning", la mezza maratona di domenica 14 aprile e un risultato importante può già vantarlo e riguarda il numero di iscritti: la lista provvisoria propone, infatti, 420 atleti. La nuova formula, che raggruppa tutti i concorrenti in un'unica prova sulla distanza half-marathon, affrontabile anche in coppia con passaggio del testimone a metà del tracciato, è stata dunque ben accolta dai runner.

 

La Ecorunning è organizzata da Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi e Asd Charly Gaul Internazionale in collaborazione con il Gs Fraveggio e il tracciato si sviluppa da Vezzano a Calavino, Castel Madruzzo, Lasino, Pergolese e Ponte Oliveti. E ancora il lago di Toblino, Padergnone e Santa Massenza, per chiudere il cerchio di nuovo al teatro di Vezzano, dopo aver scoperto vigneti e cantine, borghi e paesaggi mozzafiato.

Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 aprile 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 aprile - 13:32

Oggi è il 25 aprile e Salvini si è dimostrato ancora una volta ambiguo rispetto a questa ricorrenza dando, in questo modo un segnale al suo popolo e alla sua classe dirigente che continua a ritenerlo infallibile nonostante le continue retromarce (dal numero di immigrati clandestini all'aumento delle accise). Addirittura consigliere provinciali si fanno le foto con a fianco la sua immagine come fosse una guida spirituale

25 aprile - 16:38

Non va più bene nemmeno che le oche facciano i loro bisogni nel loro habitat naturale, su dei prati in riva al lago: Oss Emer ha già emesso un'ordinanza per farle rimuovere e portare in una fattoria vicina. Wwf, Lipu, Pan - Eppaa e Legambiente: ''Pronte a ricorrere in sede giuridica. Quelle oche selvatiche sono nate in natura e si recano su quei prati essenzialmente in inverno quindi non creano problemi al turismo'' 

25 aprile - 16:14

Un'auto nell'affrontare una curva prima dell'abitato di Nogarè ha stretto troppo la traiettoria per uscire di strada

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato