Contenuto sponsorizzato

15 richiedenti asilo puliranno il Bondone. Coppola: "Vera integrazione"

La Pro Loco del Monte Bondone ha presentato il progetto Pro Loco Pro World. Andrea Cagol di Cinformi: "Un'iniziativa partita del basso, a testimonianza di una voglia condivisa di integrazione e dignità”

Le caserme austroungariche alle Viote che ospitano i migranti
Pubblicato il - 11 October 2016 - 16:27

TRENTO. La Pro Loco Monte Bondone ha presentato oggi il progetto Pro Loco Pro World, un'iniziativa che vede un gruppo di 15 richiedenti asilo coinvolti in attività di ripristino ambientale del Monte Bondone nel mese di ottobre.

 

“Il progetto è nato in modo molto semplice - spiega Sergio Costa, presidente della Pro Loco Monte Bondone - da una parte, il nostro territorio soffre di alcune zone di degrado che necessitano di interventi. Dall'altra, un gruppo di migranti ospitati presso le caserme austrungariche delle Viote, desiderosi di darsi da fare ed essere occupati in qualche attività".

 

In tempo brevissimo, grazie alla collaborazione con , il progetto è stato messo in atto, e oggi coinvolge un gruppo nutrito di volontari

 

La Pro Loco sottolinea la prontezza di intervento dei soggetti coinvolti “Tutti si sono resi immediatamente disponibili ad aiutarci. Grazie all'adesione di tutti i soggetti coinvolti, da Cinformi alla Croce Rossa Italiana, dal Consorzio Lavoro Ambiente all'Atas onlus siamo potuti partire in tempi rapidissimi”, è il commento di Alberto Barbieri, referente del progetto per la Pro Loco.

 

Andrea Cagol di Cinformi riconosce il maggior valore di questa iniziativa: "Un'iniziativa partita del basso, a testimonianza di una voglia condivisa dei cittadini di inclusione”, mentre Daniele Cuomo per la Croce Rossa del Trentino definisce questo progetto una dimostrazione che “le reti di solidarietà e accoglienza del Trentino sono in grado di arrivare anche in luoghi lontani dalla città e poco raggiungibili, come sono le caserme delle Viote”.  

 

In linea generale sono piovuti apprezzamenti da tutti i rappresentanti dell'amministrazione comunale presenti alla conferenza, come la Presidente del Consiglio Comunale Lucia Coppola, l'Assessora del Comune di Trento alle politiche sociali Maria Chiara Franzoia, l'Assessore del Comune di Trento al turismo Roberto Stanchina, Dario Maestranzi, consigliere comunale con delega al Monte Bondone.

 

La Presidente Coppola, in particolare, ha aperto la conferenza lodando le iniziative che come questa “lavorano concretamente per realizzare una vera integrazione, che non sia solo accoglienza ma dia anche dignità ai richiedenti asilo. Questa è la modalità migliore per attuare un piano di integrazione davvero efficace”.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 luglio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
01 agosto - 10:47
Nelle prossime ore da Riva del Garda partiranno alcune squadre che entreranno in azione da martedì in Sicilia. Il Trentino avrà anche la funzione [...]
Cronaca
31 luglio - 18:26
Da marzo sono stati registrati 157 decessi per Covid, mentre a luglio sono 17 i pazienti ricoverati negli ospedali trentini. L'importanza dei [...]
Ambiente
01 agosto - 10:39
Il terreno era stato “bonificato” per trasformare una vecchia pista da sci in pascolo, al contempo però dal sottosuolo erano stati asportati [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato