Contenuto sponsorizzato

A Trento si farà la 'Notte bianca invernale': sarà l'8 dicembre

L'obiettivo sarà quello di coinvolgere giovani e famiglie. Musica ed eventi con la collaborazione dei locali 

Di G. Fin - 30 ottobre 2017 - 12:25

TRENTO. La città avrà la sua “Notte bianca invernale” e a confermarlo è l'assessore comunale Roberto Stanchina che in questi mesi non si è certo tirato indietro per cercare un compromesso tra le attività economiche e per fare in modo che potesse uscirne un evento utile a tutti.

 

Durante la presentazione del Mercatino di Natale che si è svolta nelle scorse settimane, Stanchina aveva proposto l'iniziativa agli espositori di piazza Fiera e piazza Cesare Battisti trovandoli inizialmente abbastanza freddi.

Successivamente però in diversi si sono espressi a favore e queste settimane sono servire per arrivare ad una decisione.

 

La Notte bianca invernale si farà l'8 dicembre. I particolari verranno svelati in una conferenza ad hoc che verrà organizzata nelle prossime settimane. Le modalità dovrebbero però ricalcare quelle già collaudate per la notte di Capodanno.

 

L'obiettivo, ovviamente, è quello di attrarre i giovani ed ecco allora che l'evento si potrebbe dividere in due parti: la prima con eventi nelle piazze, il prolungamento dell'orario per le casette del mercatino e lo shopping fino le 22.30 – 23 e successivamente spazio alle iniziative nei locali fino a notte fonda. Questo permetterebbe a tutte le attività di lavorare e soprattutto di far godere della Notte Bianca anche alle famiglie.   

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 dell'8 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

09 marzo - 08:08

Ieri sera il Consiglio di amministrazione di Upipa ha di fatto sfiduciato la presidente Francesca Parolari. All'origine della frattura la mancata comunicazione al Cda del progetto che ha portato alla riapertura delle visite ai famigliari in 5 Rsa. La presidente rivendica l'autonomia delle strutture

09 marzo - 06:26

La storia di un'anziana di Trento. In un primo momento è riuscita ad ottenere la vaccinazione a Borgo ma, in difficoltà nello spostarsi così lontano da casa, ha chiesto l'attivazione, tramite il medico di base, del Servizio della Cure Domiciliari. Simona Sforzin, direttrice alle Cure primarie dell'Azienda sanitaria spiega: ''A Trento la lista di attesa è di circa 200 persone, per la somministrazione di 10 vaccini servono circa 6 ore''

08 marzo - 18:37

Grigliata al parco dal retrogusto amaro per 25 giovani che sono stati sanzionati dai carabinieri per non aver osservato i Dpcm. Chiusa per 5 giorni e multata anche una gelateria che non rispettava le norme anti-Covid

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato