Contenuto sponsorizzato

"Dietro a un grande volontario c'è una grande famiglia". I vigili del fuoco di Taio si raccontano dopo una giornata di straordinario lavoro

Tra chiamate, interventi delicati ed esercitazioni, questo corpo della val di Non mercoledì ha dovuto compiere 40 interventi in 12 ore. Il comandante: "Ci siamo quando la gente ha bisogno ma non siamo diversi dall'allenatore di mio figlio che dedica il suo tempo libero alla comunità"

Di Cinzia Patruno - 28 dicembre 2017 - 20:08

TAIO. Dietro a un grande vigile del fuoco volontario, c'è una grande famiglia. Un partner e dei bambini che capiscono quanto sia importante il suo operato, anche durante le feste natalizie. D'altronde, ricevere una chiamata in una gelida e nevosa mattina di fine dicembre e trascorrere la propria giornata in un'alternanza di operazioni delicate non è il massimo della vita. Ma è una passione, una passione che diventa una necessità.

 

Un servizio per gli altri: è questo il principio alla base dei corpi dei vigili del fuoco volontari. Un lavoro al di là del proprio lavoro, che implica grande impegno, in termini di tempo ed energie. La nevicata di mercoledì, ad esempio, ha richiesto l'intervento del Corpo di Taio per oltre dodici ore consecutive, per un totale di 40 interventi, tra traino autoarticolati e autoveicoli, taglio piante e ripristino delle linee elettriche. Alcune di queste sono state messe in atto, in località Dardine, dove si è reso necessario recuperare diversi mezzi in panne.

 

 

E la famiglia? Secondo il comandante Gianni Dal Rì, marito e padre di due bimbi, "la famiglia accetta l'impegno come se fosse una passione" anche nel periodo natalizio, quando in teoria si avrebbe più tempo da dedicare ai propri famigliari. "Non abbiamo meriti in più né in meno rispetto all'allenatore di calcio di mio figlio, che toglie del tempo alla sua famiglia per insegnare ai bambini a giocare. Forse solo qualche responsabilità in più". Cosa c'è dunque dietro ad un corpo di vigili del fuoco volontari? Tante famiglie, a cui qualche volta viene sottratto del tempo, ma che sono serene perché consapevoli dell'importanza della vita delle persone.

 

"La fortuna durante le vacanze natalizie – spiega il comandante Dal Rì – è che molti dei volontari sono in ferie, quindi più disponibili. Se ci sono chiamate durante un normale giorno feriale, i datori di lavoro più 'buoni' permettono al dipendente di uscire per prendere la chiamata, ma le ore di assenza vengono segnate come ferie". I volontari fanno così un 'regalo' alla comunità, sottraendo ore di ferie dai loro contratti di lavoro per rispondere alla chiamata. Oltre a questo, il Corpo di Taio richiede ai propri volontari, a turno, di essere reperibili un fine settimana al mese, non allontanandosi dal paese per entrare in azione il più velocemente possibile in caso di necessità.

 

Gli sforzi del corpo volontario di Taio sono tanti e costanti, ma tale impegno porta con sé anche il riconoscimento di un turn-over continuo e di una buona adesione da parte dei giovani, che da allievi diventano vigili del fuoco volontari a tutti gli effetti. "Al momento il corpo è composto da trentanove volontari – racconta Dal Rì –. Il quarantesimo, Davide Chini, è venuto a mancare lo scorso ottobre, all'età di 23 anni, in un tragico incidente sul lavoro. Abbiamo anche sette allievi tra i 15 e i 17 anni che entreranno nel corpo al compimento della maggiore età. Negli ultimi anni la crescita è stata costante e ne siamo felici". Un fattore importante nell'adesione al corpo resta quello della tradizione famigliare, per cui i figli di vigili del fuoco volontari crescono con i valori del sacrificio e dell'impegno per la comunità. Un impegno che non è affatto marginale, considerando, a settimana, una serata dedicata alla preparazione e almeno due chiamate.

 

Non ci resta che ringraziare, per il sacrificio e l'impegno continuo, non solo i vigili del fuoco volontari di Taio e di tutto il Trentino, ma anche le loro famiglie per il fondamentale supporto.

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 ottobre - 14:12

Il Governo si è preso l’impegno di erogare i primi aiuti già a novembre: “Abbiamo previsto una serie di indennizzi per coloro che saranno penalizzati dalle nuove norme”. In arrivo nuovi contributi a fondo perduto, cancellata la seconda rata Imu e confermata la cassa integrazione

25 ottobre - 12:19

Stagione invernale a rischio, con il nuovo Dpcm il Governo ha disposto la chiusura degli impianti nei comprensori sciistici che potranno essere utilizzati solo dagli atleti professionisti e di interesse nazionale. Gli sciatori amatoriali dovranno sperare in un eventuale via libera del Comitato tecnico-scientifico

25 ottobre - 12:09

La consigliera ha avuto i primi sintomi nei giorni scorsi. Ora si sottoporrà al tampone molecolare, lo stesso faranno anche il consigliere Ghezzi e l'assessore Spinelli 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato